Quantcast

L’istituto Machiavelli si modernizza: con i fondi europei acquistati nuovi dispositivi informatici

La dirigente scolastica Mariacristina Pettorini illustra le novità e parla dei possibili scenari della prova di maturità 2021

A partire dall’11 gennaio scorso, data del rientro scolastico, all’istituto Machiavelli di Lucca molti studenti non hanno potuto non notare i nuovi televisori installati in molte delle aule della scuola, anche all’interno dei container, che hanno sorpreso positivamente gli alunni. A questo proposito la dirigente scolastica dell’istituto, la dottoressa Mariacristina Pettorini, ha dichiarato che la scuola è stata attiva per poter migliorare e modernizzare la scuola.

Questi schermi installati poco tempo fa, sono stati acquistati grazie a dei fondi ministeriali. Il ministero dell’istruzione durante l’estate ha inviato fondi mirati proprio all’acquisto di mezzi tecnologici per migliorare l’attività degli alunni – dice la dirigente Scolastica – Molte classi hanno già iniziato ad usarle e sono certamente utili per studenti e insegnanti, in presenza potremo usufruire del supporto tecnologico per lezioni interattive. Inoltre dopo le numerose richieste, la parte dell’istituto riguardante il liceo Paladini, può finalmente vantare un’aula di lingue per favorire ed incentivarne lo studio che sarà accessibile agli studenti il più presto possibile. Abbiamo anche acquistato tablet e notebook arrivati con i soldi della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e anche grazie ai progetti Pon ai quali la scuola ha partecipato: il risultato è stato evidentemente positivo: abbiamo avviato i progetti e siamo stati tra i primi ad essere stati valutati e ad ottenere questi fondi europei“.

Un risultato non da poco, considerando il bisogno odierno di essere sempre al pari con le novità della tecnologia. La scuola, inoltre, può vantare la bellezza di più di 70 supporti informatici messi a disposizione durante il periodo di Dad agli studenti bisognosi tra i mesi di novembre e dicembre che, tramite graduatoria, hanno ricevuto i mezzi per continuare a fare scuola nonostante la distanza.

“C’è chi ha chiesto solo la telecamera e chi un computer, ma siamo stati in grado di soddisfare i bisogni degli studenti e delle loro famiglie. – continua – In questi mesi, dopo l’esperienza dell’anno scorso, siamo stati in gradi di migliorare la dad sempre di più, tanto che tutti sono più autonomi nella gestione dei mezzi informatici, ma si può sempre migliorare”. A questo proposito, per migliorare la connessione internet e garantire un servizio adeguato agli studenti, con l’aiuto della provincia di Lucca, l’Istituto ha aderito ad un bando regionale della Regione Toscana che ha stanziato una somma di denaro sufficiente per migliorare la connettività, che la scuola userà.

“Tutto ciò viene fatto solamente per il bene dei nostri studenti – conclude Pettorini – Soprattutto per i ragazzi di prima, che hanno iniziato il loro percorso in modo turbolento; serve supporto sia a loro sia a loro, sia per i nostri studenti di quinta che potrebbero trovarsi a dover affrontare un’insolita maturità, che molto probabilmente non sarà uguale né a quella dell’anno precedente, né a quella del precedente ancora. Aspettiamo a giorni la decisione definitiva sulle modalità d’esame, che dovrebbe arrivare tra non molto. Potrebbe essere proposto un esame simile a quello dello scorso anno, ma non è ancora certo ed entro fine mese sapremo le materie che saranno oggetto delle prove e dei commissari interni ed esterni che verranno a valutarle; rimane il fatto che se l’esame fosse uguale a quello dell’anno passato, l’unico esterno sarà il presidente, quindi nulla è ancora certo. In ogni caso, i nostri ragazzi saranno pronti e la scuola farà il possibile per garantire loro il giusto svolgimento delle lezioni”.

Cecilia Corsetti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.