Quantcast

A Sistema ambiente arrivano 1,5 milioni di euro per far crescere il servizio di raccolta rifiuti

L’azienda che gestisce il servizio di igiene urbana nel comune di Lucca si è aggiudicata tre bandi

Tre bandi per far crescere il servizio di raccolta rifiuti. Così Sistema ambiente si è aggiudicata un finanziamento di poco più di 1,5 milioni di euro a fronte di un investimento complessivo di oltre 3 milioni, ovvero l’investimento destinato a quella che a buon titolo è stata definita come la ‘rivoluzione’ dei Garby e della raccolta porta a porta.

“Un progetto che – ricorda la dirigente tecnica di Sistema Ambiente Caterina Susini – si è sviluppato attraverso la realizzazione di 50 isole ecologiche fuori terra ad accesso controllato per il centro storico e altre 120 isole ecologiche fuori terra per i condomini, i cosiddetti Garby. Un progetto fortemente orientato a un cambiamento radicale del sistema di gestione dei rifiuti, con l’inserimento, quale ulteriore elemento di incentivazione alla raccolta differenziata, della raccolta separata del vetro dal multimateriale leggero – imballaggi in plastica e imballaggi metallici – sia per le utenze domestiche che per quelle non domestiche”.

Nel dettaglio, la “rivoluzione” del sistema di raccolta dei rifiuti nella città di Lucca si è tradotta con l’acquisto delle isole ecologiche per cinque tipologie di rifiuti, dei contenitori carrellati e dei cassoni per l’organico e il vetro, nonché con l’adeguamento delle isole ecologiche interrate. Per l’intero progetto, Sistema Ambiente ha ottenuto un finanziamento di circa 1,4 milioni di euro dall’Ambito territoriale ottimale Costa Toscana, al quale si sono aggiunti quasi 128 mila euro per la raccolta separata del vetro, attraverso il bando emanato da Ancitel Energia e Ambiente Spa e dal Consorzio recupero vetro.

L’obiettivo di quest’ultima parte progettuale è l’implementazione della raccolta disgiunta degli imballaggi in vetro e di quelli di “plasticalattine”, al fine di migliorare la qualità dei rifiuti raccolti e diminuire i costi di selezione. Altri 20 mila euro, su un investimento complessivo di 50 mila, sono stati infine assegnati dal Consorzio nazionale imballaggi per l’intensa attività di informazione svolta dall’azienda di igiene urbana nei confronti dell’utenza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.