Quantcast

Servizio civile, 44 posti nelle sedi Avis della Toscana

La domanda può essere presentata entro e non oltre le 14 di venerdì 28 maggio esclusivamente online

Sono 44 i posti di servizio civile regionale a disposizione su altrettante sedi Avis della Toscana grazie al Bando promosso dalla Regione Toscana nell’ambito di Giovanisì, il progetto dedicato all’autonomia dei giovani.

Un’opportunità preziosa per giovani in età compresa fra 18 ed i 29 anni (quindi chi non ha ancora compiuto il 30° anno, ovvero 29 anni e 364 giorni), che siano regolarmente residenti, domiciliati o soggiornanti in Toscana, siano disoccupati o inattivi (può fare domanda chi sta frequentando un corso di studi di qualunque tipologia), siano in possesso di idoneità fisica e non abbiano riportato condanne penali.

I progetti di Avis Toscana prevedono per i giovani l’impegno per la promozione della solidarietà e della donazione del sangue e del plasma in particolare tra gli studenti delle scuole superiori e delle università. I sei progetti offrono una possibilità a 44 giovani in altrettante sedi Avis della Toscana, distribuite in tutte le diueci province toscane e raggruppate nelle seguenti aree Arezzo – Grosseto – Siena, Firenze, Livorno, Lucca – Massa Carrara, Pisa – Empolese Valdelsa, Prato – Pistoia.

“Un’occasione preziosa – commenta il presidente di Avis Regionale Toscana Adelmo Agnolucci – per molti ragazzi e ragazze che vogliono rendersi utili in progetti di solidarietà e vivere un’esperienza di formazione e di crescita personale e professionale, avvicinandosi al mondo del lavoro tramite l’esperienza del servizio civile. In questi giorni sono entrati in servizio nelle Avis della Toscana già 53 giovani nei progetti di servizio civile universale, a questi si affiancheranno i 44 che saranno selezionati per il regionale. Un bel contingente, fondamentale per sostenere l’impegno costante delle sedi Avis per non far mancare al sistema sangue le donazioni vitali per le cure di tanti pazienti e trovare nuovi donatori in un periodo delicato come quello di emergenza sanitaria che stiamo vivendo”.

La domanda può essere presentata entro e non oltre le 14 di venerdì 28 maggio esclusivamente online, accedendo all’apposita sezione del sito della Regione. Come di consueto, i giovani coinvolti vedranno riconosciuto un assegno mensile di 433,80 euro e al termine del progetto verrà rilasciato dai Centri per l’Impiego il libretto formativo del cittadino, nel quale saranno riportate le competenze acquisite durante i mesi di servizio.  A questo link tutte le informazioni e le istruzioni per la compilazione della domanda.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.