Quantcast

Buca per due sere l’alt della Municipale e fugge, fermato dopo un inseguimento: il giovane non aveva mai preso la patente

Al 25enne 5mila euro di multa e fermo del veicolo per 3 mesi

Non aveva mai conseguito la patente, ma il 25 enne guidava da due anni.  Fermato venerdi sera (7 maggio) dalla polizia municipale di Camaiore.

Gli agenti, durante i controlli a Lido di Camaiore, hanno dato l’alt a una Mercedes sportiva Amg, 340 cavalli, che stava transitando ad alta velocità e con guida spericolata. Ma il conducente si è dato alla fuga in direzione Viareggio.

I vigili urbani si sono subito messi all’inseguimento ma il conducente bucando ben due semafori rossi e uno stop ha continuato la fuga verso Viareggio nonostante le sirene e l’alt dato più volte, riuscendo a far perdere le sue tracce.

Iniziate le indagini per risalire al proprietario, ieri sera (8 maggio) la replica: l’automobilista è stato intercettato a Capezzano e anche qui nonostante l’alt si è dato di nuovo alla fuga sempre a forte velocità ed è iniziato un rocambolesco inseguimento, ma questa volta gli agenti con abilità non gli hanno dato scampo e sono riusciti a bloccarlo., 

Con stupore è stato accertato che il 25 enne di Capezzano non aveva mai conseguito la patente di guida. Al conducente sono state contestate sanzioni per oltre 5mila euro,  il fermo del veicolo per 3 mesi e la segnalazione alla prefettura non essersi fermato all’alt.

“Mi complimento con tutto il mio personale  – spiega il comandante Claudio Barsuglia – che nei due giorni ha operato su questo caso estremamente grave, riuscendo con grande professionalità a togliere dalla strada un potenziale pericolo. Una riflessione: come si può consentire di vendere un’auto a chi non ha mai conseguito la patente? Forse sarebbe opportuno che chi legifera faccia una riflessione. E’ come se si vendesse un’arma a chi non ha il porto d’armi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.