Lucchese, blackout in avvio di ripresa: il Cesena passa 2-1 al Porta Elisa

Dopo un grande avvio di gara, i rossoneri si fanno rimontare nel secondo tempo con due gol in appena 5 minuti

Lucchese – Cesena 1-2
LUCCHESE (3-5-2): Coletta; Papini, Baldan, Bellich; Corsinelli (30′ st Gibilterra), Frigerio, Bensaja, Eklu (38′ st Belloni), Nannini (44′ st Visconti), Semprini, Fedato. A disp.: Cucchietti, Bachini, Panati, Yakubiv, Schimmenti, Zanchetta, Lovisa, Ruggiero, Brandi. All. Carbone

CESENA (4-4-2): Nardi; Candela, Mulè, Ciofi, Yabre (1′ st Rigoni); Ilari, Steffè, Ardizzone, Zecca (45′ st Tonin); Bortolussi (24′ st Pierini), Caturano (35′ st Nannelli). A disp.: Fabbri, Brambilla, Munari, Berti, Gonnelli, Shpendi, Pollini, Lepri. All. Viali

ARBITRO: Alberto Ruben Arena di Torre del Greco (Lipari di Brescia e Torraca di La Spezia)

MARCATORI: 44′ pt Corsinelli, 3′ st Ardizzone, 5′ st Candela

NOTE: ammoniti Yabre, Zecca, Papini, Nannini, Baldan, Nannelli, Candela, Fedato

Prima al Porta Elisa con tanto amaro in bocca per la Lucchese. I rossoneri incassano la prima sconfitta stagionale contro il Cesena, tre le favorite del girone B. La squadra di Pagliuca, davanti ai propri tifosi tornati allo stadio dopo tanto tempo, parte benissimo e chiude il primo tempo in vantaggio per 1-0 grazie alla rete di Corsinelli. Poi il blackout nella ripresa: in appena 5 minuti il Cesena ribalta la gara con i gol di Ardizzone e Candela. I rossoneri hanno attaccato fino al 96′, ma il muro dei bianconeri ha retto.

Battuta di arresto per la squadra di Pagliuca: testa alla prossima gara con l’Entella, una trasferta molto complicata.

La cronaca

Dopo il grande esordio in campionato con la vittoria di Imola, grazie alla magia di Semprini, la Lucchese scende in campo per affrontare la corazzata Cesena. Una partita non certo facile, con i rossoneri chiamati a confermare le prestazioni positive delle prime uscite. Diversi cambi per mister Pagliuca (squalificato, così come il vice Fracassi), che a sorpresa opta per un 3-5-2 con capitan Coletta in porta, Papini, Baldan e Bellich in difesa. Sugli esterni Corsinelli e Nannini. A centrocampo Pagliuca deve fare a meno di Picchi per un risentimento nella rifinitura: in cabina di regia confermatissimo Bensaja, con Frigerio e Eklu mezzale. Assente anche Nanni (convocato in nazionale): in attacco l’allenatore rossonero punta subito su Fedato. Il Cesena di Viali risponde con un 4-4-2 con il tandem d’attacco formato da Caturano e l’ex Borolussi.

La partita di oggi (5 settembre), valida per la seconda giornata del girone B di Serie C, rappresenta anche il battesimo stagionale della Pantera allo stadio Porta Elisa, che riapre le porte ai tifosi.

Lucchese Cesena stadio Porta Elisa

Prima del fischio di inizio, la Lucchese premia con un riconoscimento, tramite il presidente Alessandro Vichi, l’ex giocatore della Pantera Giovanni Toschi e omaggia con un mazzo di fiori per Paolo Carina, storico supporter rossonero. Anche la curva saluta Paolo con uno striscione: “Ciao Paolo, ultras nel cuore. La curva ovest ti rende onore”.

Lucchese Cesena stadio Porta Elisa

Morto Paolo Carina, storico supporter della Lucchese

Partenza aggressiva dei rossoneri, che entrano in campo senza paura e con atteggiamento propositivo. Nei primi dieci minuti la Pantera attacca: al 6’ Frigerio, a seguito di un corner, calcia da fuori area spedendo alto il pallone; al 9’ è Fedato a non trovare lo specchio della porta. Domina la squadra di Pagliuca, che però non riesce a concretizzare sbagliando spesso l’ultimo tocco. Si lotta in campo: nei primo 15 minuti sono tre gli ammoniti (Yabre, Zecca e Papini). Al 22’ si vede anche il Cesena, con la Lucchese che rischia la frittata dopo un rimpallo che rischia di spalancare la porta a Zecca: brava e attenta la difesa a rimediare anticipando l’esterno bianconero a pochi passi dalla linea.

Cresce il Cesena con il passare dei minuti: al 26’ il solito super Coletta compie un miracolo sul destro da dentro l’area di Zecca. Al 34’ ci prova Fedato dalla distanza, ma la conclusione termina alta sopra la traversa. Al 42’ l’arbitro grazia il terzino sinistro del Cesena Yabre, in difficoltà da inizio gara: il fallo era da seconda ammonizione. Al 44’ si sblocca la partita: Semprini se ne va con un controllo magico in area, ma sul più bello il suo sinistro viene murato da un ottimo intervento in scivolata. Il numero 10 però non molla e serve un cross in area che viene girato in porta da un tocco di testa sotto rete di Corsinelli. Esplode la gioia della Pantera, con i giocatori che vanno ad esultare sotto ai propri tifosi.

Lucchese Cesena stadio Porta Elisa

È l’ultima azione del primo tempo, che termina con la Lucchese in vantaggio per 1-0.

Avvio di ripresa shock per i rossoneri: passano appena tre minuti e Ardizzone, tutto solo sul secondo palo, firma il pareggio. Uno-due terribile dei bianconeri: al 5’ gli ospiti ribaltano completamente la gara con Candela che batte Coletta su un cross dalla sinistra di Zecca che attraversa tutta l’area. La Lucchese accusa il colpo, il Cesena insiste in avanti alla ricerca del tris. Gli ospiti controllano la gara, la Pantera non riesce ad essere pericolosa: al 30’ Carbone si gioca la carta Gibilterra, fuori l’autore del gol Corsinelli.

La Lucchese si butta in avanti alla ricerca del pari, il Cesena si barrica in difesa e non riesce più a ripartire. I rossoneri attaccano fino al 96′, ma il risultato non cambia: il Cesena passa 2-1 al Porta Elisa.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.