Quantcast

Il Villa Basilica riparte dopo un periodo difficile: “Obiettivo? Salvarsi il prima possibile”

Il team manager Gabriele Bertuccelli: "Cosa ci ha spinto a continuare? Il rispetto dei nostri massimi esponenti deceduti"

Molte no, troppe si. Le traversie che hanno accompagnato il Villa Basilica in questa fase, del periodo difficile e della fase che ne è seguita ne abbiamo parlato con il team manager Gabriele Bertuccelli.

“Ad aprile 2020 per Covid abbiamo perso il nostro vice-presidente Bruno Agnanti e un anno fa giusto l’11 settembre c’è stata la morte del nostro presidente Giovanni Nardini. E’ stato un momento tremendo, abbiamo messo tutto in ballo. Non sapevamo se proseguire o meno”.

Cosa vi ha portato a continuare?
“Il rispetto dei nostri massimi esponenti deceduti, per loro non volevamo che il Villa Basilica cessasse l’attività. Ci siamo riassettati, siamo partiti in ritardo come era normale che lo fosse, è prevalsa la voglia di andare avanti e l’indubbia passione”.

L’attività lo scorso anno si è svolta in brevissimo tempo e ora siete pronti a ripartire?
“All’inizio di questa estate una testata sportiva online aveva pubblicato la nostra vendita del titolo sportivo al Viareggio. La cosa ci ha destabilizzato, abbiamo fatto fatica a convincere i nostri ragazzi che la notizia era infondata. Qualcuno di loro aveva già avviato contatti con altre società. Qualche altro si guardava intorno, alcuni ci hanno telefonato per sincerarsi della notizia”.

C’è stato un comunicato stampa da parte vostra, come vi siete comportati?
“Tra i responsabili della testata sportiva online e il nostro direttore generale Simone Cardinotti c’è stata una telefonata. La cosa non era partita da noi aspettavamo una smentita da parte dell’organo di informazione che non è mai arrivata”.

In sede di mercato come vi siete mossi?
“Abbiamo operato sui tre reparti, cercando di completare la rosa con gli innesti di diversi giovani per cercare di dar vita ad un campionato di buon livello”.

Per la prima volta si affaccia a questo campionato il vostro allenatore Domenico Lazzari. Non è un rischio?
“E’ vero che ha sempre lavorato nei settori giovanili. C’ha colpito la voglia e l’entusiasmo con il quale si avvicina al calcio dei grandi. Lo stesso che dovranno avere i nostri ragazzi. Noi riteniamo di avere una squadra attrezzata per la categoria. L’importante sarà partire bene, l’entusiasmo spesso porta ai risultati”.

Lazzari che sistema predilige?
“Non ha un modulo fisso, di sicuro difende a quattro, per il resto vediamo partita per partita”.

Chi sono le pretendenti?
“Il Capezzano ha fatto una buona squadra, la Larcianese è squadra temibile ma quella da battere è il Ponte Buggianese”.

E voi dove volete arrivare?
“Alla salvezza il prima possibile”.

Rosa

Portieri: Giacomo Agozzino dal Real Forte Querceta, Francesco Sonnellini dal Montecatini

Difensori: Simone Bertini, Filippo Lencioni, Dennis Morioni, Marco Petrini dal Seravezza Pozzi, Stefano Rossi dal Ghivizzano Borgoamozzano, Edoardo Rossano dal Seravezza Pozzi

Centrocampisti: Leonardo Baroncelli, Youness Benettaleb, Nicola Betti dalla Virtus Massese, Ramon D’Angina dal Ponsacco, Jacopo Matteoni dalla Cuoiopelli, Tommaso Motroni, Lorenzo Gallo dall’Atletico Lucca, Christian Pieri dal Monsummano

Attaccanti: Alfredo Berrettini, Reda Bouhalla, Paolo Del Magro, Matteo Garunjia

Staff tecnico

Allenatore: Domenico Lazzari

Allenatore in seconda: Matteo Martinucci

Preparatore dei portieri: Emanuele Coli

Massaggiatore: Alessandro Cardelli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.