Quantcast

A Monteserra l’esordio del Castelnuovo femminile

La scommessa dell'unione sportiva: primo incontro il 3 ottobre

“Il calcio non è uno sport per femminucce”. Per femminucce magari no, ma per femmine sì. In principio era la sottana, l’indumento con cui scendevano in campo le ragazze del Gruppo Femminile Calcistico, nato nel 1933 a Milano. Qualche anno dopo, nel 1946, nascono le prime due squadre di calcio femminile: la Triestina e il San Giusto. Poi l’ Associazione Italiana Calcio Femminile che si scioglie poco dopo per far spazio, nel 1968, alla Federazione Italiana Calcio Femminile. E con questa il primo scudetto che prende la via della Lanterna: se lo aggiudica l’Associazione calcio femminile Genova. Dopo una lunga storia fitta di scissioni e unificazioni, crasi e separazioni fra le due principali federazioni, nel 1986, il calcio femminile entra a far parte della Figc attraverso la Lega Nazionale Dilettanti.

Dal 2018, i primi due campionati (Serie A e Serie B) passano sotto il diretto controllo della Figc. Un movimento che sta crescendo in maniera esponenziale negli ultimi anni, caduto il retaggio bigotto che vedeva il calcio un sport prettamente per uomini, e che sta acquisendo sempre più visibilità, ancorché distante anni luce dalla ribalta di cui godono i colleghi barbuti. Il calcio come veicolo di emancipazione o, semplicemente, come strumento di divertimento per tutti, per tutte. Il calcio come ancora di salvezza: sono salite su un areo militare australiano dopo la presa di Kabul da parte dei talebani, le calciatrici della nazionale afghana, per fuggire da uomini con la barba che non tirano calci al pallone, ma pallottole dal calce del fucile. Con il calcio si fa la storia, si cambia e si riscrive. Come hanno fatto i dirigenti dell’ Us Castelnuovo dando vita alla squadra di calcio femminile. Certo, è esistita una squadra femminile a Barga, una a Filecchio, ma quella, appunto, è un’altra storia. Quella che interessa a noi, oggi, è la storia che verrà scritta il 3 ottobre a Monteserra: la prima partita ufficiale (Coppa Toscana) della prima squadra di calcio femminile della Garfagnana, la prima sfida che vedrà i colori gialloblu declinati al femminile. Una settimana più tardi, poi, ci sarà l’esordio tra le mura amiche al Nardini di Castelnuovo contro il San Giuliano. Un anno importante, il primo, che vedrà le ragazze di mister Mazzanti dar battaglia nel campionato di Promozione. I risultati arriveranno? Poco importa: a Castelnuovo, le donne, giocheranno a calcio come gli uomini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.