Quantcast

Stop allo smart working, Confcommercio: “Misura importante per ridare vitalità alle nostre città”

Il presidente Pasquini e la direttrice Giovannini: "In questa fase di contagi ridotti al minimo non aveva più senso”

Tanta soddisfazione da parte di Confcommercio imprese per l’Italia – province di Lucca e Massa Carrara, per la decisione del governo di decretare la ripresa del lavoro in presenza a partire dal prossimo venerdì 15 ottobre all’interno delle pubbliche amministrazioni.

“Un segnale importante – affermano il presidente Rodolfo Pasquini e la direttrice Sara Giovannini – intanto dal punto di vista simbolico, perché segna un altro importante passo verso il graduale ritorno ad una completa normalità del nostro paese dopo oltre un anno e mezzo di emergenza Covid e tutto ciò che essa ha comportato a livello sanitario, economico, lavorativo e sociale. Ma non si tratta solo di questo – proseguono il presidente e la direttrice -: come abbiamo già avuto modo di dire in passato, aziende e uffici aperti e personale al lavoro al loro interno significano colazioni nei bar, pranzi durante la pausa e in linea generale quel flusso di persone che aiuta una città ad essere viva e vissuta. E le ricadute del lavoro da remoto non investono solo i pubblici esercizi, ma anche altri tipi di attività. E’ normale infatti che chi siede tutto il giorno davanti a un computer, troverà naturale effettuare i propri acquisti attraverso uno dei tanti portali dell’e-commerce, piuttosto che vestirsi e uscire”.

“La modalità dello smart working – concludono Pasquini e Giovannini – ha avuto indubbiamente un suo senso nel momento del lockdown, per evitare la paralisi completa degli enti pubblici e delle aziende private. Ma in questa fase in cui i contagi sono ridotti al minimo, ormai non ha più senso di rimanere in piedi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.