Quantcast

Michele Cucuzza all’Isi di Barga nel segno di Steve Jobs

Incontro-intervista nell'ambito della rassegna LuccAutori: "È stato un visionario"

Questa mattina (29 settembre) nell’aula magna dell’Isi di Barga, si è tenuto un interessante incontro tra alcune classi del liceo delle scienze umane e del liceo linguistico, con il noto giornalista Michele Cucuzza che ha presentato il suo ultimo libro Steve Jobs per Curcio Editore in collaborazione con la Fondazione Giovanni Pascoli.

L’intervista fa parte della rassegna LuccAutori ed è stata condotta del suo presidente Demetrio Brandi.

A dieci anni dalla scomparsa di Jobs, Michele Cucuzza ripercorre la storia umana del guru dell’informatica segnata dall’abbandono dei genitori e dal bullismo scolastico; l’ascesa professionale suggellata prima dalla nascita del marchio Apple poi dall’evoluzione nel settore dell’audiovisivo attraverso la creazione della casa cinematografica Pixar, di cui è stato lungimirante cofondatore.

“Un visionario – afferma il giornalista – capace di anticipare e rivoluzionare il suo tempo, non solo in prospettiva tecnologica, ma anche sociologica e culturale. Va inoltre riconosciuta a Jobs l’abilità di aver trasformato il modo di comunicare e di interpretare la realtà.  Realtà che in una visione post modernista è divenuta soggettiva, dove la rete è il luogo della post verità, in cui le narrazioni sono state soppiantate dai commenti, da ciò che ciascuno di noi pensa”.

Cucuzza conclude il suo intervento attraverso una riflessione sull’utilizzo degli oggetti creati dal famoso inventore ed imprenditore statunitense: “La tecnologia pensata da Jobs è nata con l’intento di coltivare l’autonomia di chi ne fa uso.  Nel corso del tempo si è verificata un’involuzione che ha visto trasformarsi questi strumenti in oggetti di dipendenza in relazione al loro utilizzo. Credo che la responsabilità del fruitore abbia un ruolo fondamentale ed auspico che i giovani la utilizzino come imprescindibile mezzo attraverso cui strutturare la propria libertà e pensare il futuro”

L’intervista si è svolta alla presenza della dirigente scolastica Jolanda Bocci.  Sono intervenuti l’assessore Lorenzo Tonini e il presidente della Fondazione Giovanni Pascoli, Alessandro Adami.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.