Quantcast

Sostegno post pandemia: 800mila euro alle imprese di trasformazione del latte

I fondi sono stati assegnati a 17 imprese che hanno beneficiato di un importo massimo di aiuto pari a 50mila euro

E’ stata completata in questi giorni l’erogazione di 800mila euro alle piccole e medie imprese casearie che hanno sofferto dal punto di vista economico a causa della pandemia. Si tratta dei fondi previsti sulla Misura 21.2 cioè eccezionale aiuto temporaneo alle micro e Pmi che operano nella trasformazione e commercializzazione dei prodotti lattiero caseari particolarmente colpite dalla crisi covid 19.

Beneficiarie della misura sono state le pmi della trasformazione e commercializzazione di prodotti lattiero caseari sia della filiera del latte ovino che del latte bovino.

I fondi sono stati assegnati a 17 imprese che hanno beneficiato di un importo massimo di aiuto pari a 50mila euro commisurato alla perdita di fatturato registrata nel trimestre marzo – maggio 2020, periodo del primo lockdown a seguito della pandemia da covid-19, rispetto allo stesso trimestre del 2019.

“Sono aiuti a un settore che, come tanti altri, ha pagato più pesantemente gli effetti dell’emergenza sanitaria in termini economici – ha detto la vicepresidente e assessora all’agroalimentare Stefania Saccardi – Questi fondi possono dare un sostegno a queste imprese, con l’intenzione di valorizzare la qualità del nostro latte fresco e dei prodotti che ne derivano, cosicché poi possano ripartire con energia dopo aver passato un momento così grave e difficile”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.