Quantcast

Tabacco, Confagricoltura lancia l’allarme: “In corso una crisi di filiera senza precedenti”

L'esperto: "Il Governo ci aiuti, altrimenti il rischio è che non ci sia futuro per questo settore"

È necessario salvare la filiera del tabacco. Oltre a Umbria e Veneto anche in Toscana le difficoltà sono tante e crescono le preoccupazioni. C’è un aumento dei costi di produzione tra il 20 e il 30%”. È l’allarme lanciato da Confagricoltura Toscana e da Alessandro Neri, esperto sulla filiera del tabacco.

“Il settore è in difficoltà – ha aggiunto Neri – e serve l’intervento della politica. Serve che il Ministero faccia un accordo con le multinazionali, è necessario un dialogo tra di loro. Oggi i costi di produzione sono più alti degli introiti, questo è un dato di fatto e bisogna porre rimedio, con urgenza. Non c’è più tempo. Parliamo di una crisi senza precedenti, il Governo ci aiuti, altrimenti il rischio è che non ci sia futuro per questo settore. E la conseguenza è la perdita di tanti posti di lavoro, aspetto che dobbiamo in tutti i modi evitare. Se non arriveremo ad un accordo col Ministero, dovremo richiedere una conversione per sanare le aziende”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.