Menu
RSS

Le sterilizzano di nascosto le gatte: scatta denuncia

  • Pubblicato in Cronaca

colonie feline 653x367L'erba del vicino è sempre più verde? Può darsi, ma questi tre mici, che al vicino di casa sembrano aver dato anche qualche confidenza, se potessero parlare ora dichiarerebbero forse senza ombra di dubbio che così non è. Non avendo il dono della parola, e quindi non potendo accusare nessuno, dovrà essere la magistratura a rispondere per loro e a chiarire cosa è successo alle gatte, private all'improvviso del dono di poter mettere al mondo dei mici. Sterilizzate, tutte e tre, e a quanto pare all'insaputa del legittimo proprietario. Che accusa, lui sì, il vicino di casa. Una vicenda sicuramente singolare che è finita al centro di un’inchiesta della magistratura cittadina. Le forze dell’ordine coordinate dagli inquirenti sono riuscite a ricostruire i fatti oggetto della denuncia e dell’indagine che ne è venuta fuori e ora sarà compito dei giudici lucchesi dirimere la controversia giudiziaria che si preannuncia complessa e di non facile soluzione.

Leggi tutto...

Copia di Ex sede della telecom: casa per randagi e migranti.

DSC 0463Viareggio, città nota per le sue spiaggie, ma anche per il suo dissesto. E gli effetti della crisi economica sono evidenti
La città mostra chiaramente la divisione tra centro e periferia (al di là della stazione verso le Apuane), composta per lo più da complessi d'appartamenti e case popolari, ma il problema sono le strutture di privati abbandonate e prese abusivamente da chi un tetto sulla testa non ce l'ha. i primi esempi si hanno fin da subito con due edifici abbandonati stanziati sul retro della stazione: la vecchia pompa di benzina dell' Agip in via Aurelia (negli ultimi anni la struttura è stata murata e messa in sicurezza). Il problema insorge nell'isolato di fianco nella ex sede della Telecom, questa struttura si porta dietro da anni una serie di varie problematiche che hanno creato forti disagi agli abitanti ed esercenti in Via Monte Nona, dove si affaccia il retro ed il vecchio parcheggio della ex sede, il tutto recintato. Fin dai tempi in cui Viareggio era in mano al sindaco Marcucci. la struttura era divenuta asilo di senza tetto, clandestini, entravano dalle finestre, ed era diventato un rifugio e un luogo di traffici illeciti; gli abitanti della sfortunata via, dopo vari reclami sopratutto per gli ingenti furti subiti, sono riusciti nel giro di anni ad ottenere non più solo qualche controllo da parte delle forze dell'ordine, ma anche la completa muratura degli ingressi al primo piano, gli enti così facendo credevano di spaventare gli abusivi e di aver risolto completamente il problema, ma oggi 2015, la struttura è diventata abitazione di gatti randagi e non, come ci spiega Luana Biagione, una donne dal grande cuore, perché lei si prende cura da più di 10 anni di circa venti gatti, la maggior parte non sterilizzati, la donna afferma cose veramente sconvolgenti: in primis che appunto non tutti i gatti sono randagi, ma dati i mal trattamenti e la mancanza di adeguate cure, ci deve pensare lei, persino le cure dal veterinario( nonostantante varie denuncie che lei ha fatto inutilmente); quindi la donna ha sulle spalle il peso economico tra veterinario e cibo. In secondo c'è il fatto che il nuovo asilo per gatti all'interno del recinto è in pessime condizioni, nonostante sia censito, ovvero che ne è responsabile l' ASL, ma quest'ultimo ente è totalmente indifferente al problema, anche se la donna ha più volte chiesto il dovuto sostegno economico almeno per il mangime. La signora ormai è rassegnata al fatto che finché il suo corpo le darà la forza sarà da sola a prendersi cura dei poveri tanti gatti e che -"La tanta crudeltà"- come dice lei, non cesserà mai di esistere in quel dannato luogo, più volte mentre dava da mangiare agli animali è stata derubata nella sua macchina di cellulari e giacche, ormai è rassegnata al fatto che la criminalità e l'abusività in quel posto ci saranno sempre, dato che le persone entrano tramite delle scale al secondo piano, tutt'ora possiamo vedere gl avvolgibili delle finestre aperte a volte chiuse (vedere le immagini correlate) e di conseguenza continua il via vai di personaggi che indignano i disgraziati abitanti di via Monte Nona.
Situazioni come questa per i viareggini sono ben conosciute, la speranza ora insorge sul nuovo primo cittadino Giorgio Del Ghingaro e sul risorgere della città.

Gabriele Donnini

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter