Quantcast

I lavori alla palestra dello stadio nel mirino della procura

I lavori nella palestra dello stadio Porta Elisa sono oggetto di accertamenti da parte della pg della polizia municipale e del corpo forestale dello Stato che la scorsa settimana si sono presentati sotto la tribuna per un sopralluogo. Contestualmente sono stati acquisiti anche gli atti sui lavori alla ditta Coam a cui sono stati affidati dall’As Lucchese Libertas i cantieri per la trasformazione dei locali allo stadio – ex sede della Pugilistica Lucchese – in uffici e il cui legale rappresentante, insieme a quello della società rossonera, risulta iscritto nel registro degli indagati. Sul caso, infatti, la procura della repubblica ha appena aperto un fascicolo per verificare se fossero o meno necessarie le autorizzazioni a procedere da parte del Comune di Lucca e della Sovrintendenza, visto che il bene è vincolato.

Secondo l’accusa, doveva esserci il via libera che, stando ai primi accertamenti, non sarebbe stato rilasciato. Per questo motivo, si è proceduto all’iscrizione nel registro degli indagati dei responsabili della ditta e della società: un atto dovuto a garanzia delle parti coinvolte, in vista dei successivi accertamenti affidati a vigili del fuoco e personale dell’Asl di cui è attesa una relazione.
Per gli investigatori che hanno effettuato il sopralluogo qualche giorno prima di Natale, sarebbero stati violati i vincoli paesaggistici e in particolare quello architettonico perché il cantiere insiste al di sotto della tribuna dello stadio che, come è noto, è bene tutelato e vincolato. L’indagine, tuttavia, è soltanto agli inizi e le parti in causa potranno presto chiarire come si sono svolti i fatti. Nel frattempo, comunque, sono stati acquisiti anche gli atti della convenzione tra la Lucchese e il Comune per l’utilizzo pluriennale della struttura sportiva, per verificare, tra l’altro, se Palazzo Orsetti fosse tenuto a vigilare o meno sul cantiere e a dare eventuale autorizzazione a procedere alla società sportiva.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.