Falsi ‘netturbini’ rubano ferro alla Kedrion: presi

Si sono finti addetti della società dei rifiuti, incaricati di ritirare materiale ferroso di scarto dalla ditta farmaceutica Kedrion di Bolognana, nel comune di Gallicano, ma il loro obiettivo era soltanto quello di rubare la merce. Così sono stati fatti entrare nell’edificio e hanno caricato la merce, ma nel frattempo dagli uffici sono partite le verifiche del caso, visto che a nessuno risultava di aver richiesto lo smaltimento del ferro. Grazie anche all’intervento dei vigilantes i carabinieri sono riusciti a individuare e bloccare i due, una coppia di conviventi di 30 e 28 anni, di origini rom e residenti a San Giuliano Terme, che ormai se l’erano data a gambe con la refurtiva.

L’allarme è scattato stamani (21 gennaio) di prima mattinata. I due falsi “netturbini” si sono presentati in azienda sostenendo di aver ricevuto delega dalla società dei rifiuti del Comune a ritirare il materiale che avrebbe dovuto essere smaltito. Sulle prime gli addetti li hanno fatti entrare ma subito dopo si sono insospettiti. I due malviventi, un 30enne, già noto alle forze dell’ordine, e la sua compagna di 28 anni, che invece è incensurata, sono stati bloccati con le mani nel sacco dai carabinieri coordinati dalla compagnia di Castelnuovo Garfagnana, diretti dal capitato Paolo Volonté. La refurtiva, del valore di circa 50 euro, è stata recuperata e i due, dopo l’interessamento della questura, sono stati muniti di foglio di via dal Comune di Gallicano per 3 e 2 anni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.