Rapina una donna al distributore, giovane denunciato

Aveva minacciato una donna che stava facendo rifornimento di carburante in una stazione di servizio in largo Risorgimento a Viareggio per rapinarla ma è stato rintracciato e denunciato dagli agenti del commissariato che dalla sera del 13 aprile davano la caccia al malvivente. Il giovane, 32 anni, di origini torinesi ma residente a Massarosa, è stato incastrato da alcune testimonianze e dalle telecamere di videosorveglianza piazzate sul distributore.

Secondo quanto era stato ricostruito dagli investigatori, il bandito aveva atteso che la vittima fosse all’interno dell’abitacolo per salire dal lato passeggero e minacciarla con la siringa. La donna, fortunatamente, aveva avuto la prontezza di uscire dall’auto e chiedere aiuto, mettendo così in fuga il rapinatore.
All’interno dell’appartamento del sospettato, sono stati ritrovati gli indumenti indossati dallo stesso durante la rapina. Messo alle strette, al giovane non è rimasto altro che confessare di aver atteso, quella sera, una vittima al distributore e di aver agito per far fronte ad alcuni debiti contratti con gli spacciatori.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.