Durc falso per la fiera, nei guai ambulante

Documenti falsi per partecipare alla manifestazione E’ la via dell’orto di Camaiore. E nei guai, dopo i controlli della polizia municipale di Camaiore, c’è finito un operatore economico, che aveva un debito pregresso di 50mila euro e soprattutto aveva presentato un certificato Durc totalmente contraffatto. La verifica è stata possibile incrociando i dati in possesso del comando con quelli messi a disposizione dell’Inps di Lucca i cui funzionari si sono distinti per l’estrema disponibilità dimostrata.

La polizia municipale ha quindi provveduto a denunciare l’operatore in base alla violazione degli articoli 482 e 617 del codice penale. A questo è naturalmente seguita l’esclusione dalla manifestazione per mancanza del requisito essenziale della regolarità contributiva per esercitare l’attività di vendita.
“Il nostro comando controlla da tempo le aree di mercato e le manifestazioni. Il fatto di aver scovato un così detto venditore furbetto rende merito alla capacità professionale del mio personale – ha sottolineato il comandante Barsuglia – evidenziando che la sfera operativa della municipale è assai più vasta e impegnativa di quanto si possa pensare. Sono soddisfatto del risultato ottenuto: questa operazione va a tutelare chi di fatto opera l’esercizio della vendita su aree pubbliche con serietà e nel rispetto delle leggi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.