Investimento a rischio, banca condannata a risarcire

La sede lucchese dell’Aducons Toscana ha ottenuto un’importante vittoria per un proprio associato contro un istituto di credito, ottenendo la restituzione della somma investita in azioni molto rischiose e totalmente persa.
Un ente bancario aveva fatto sottoscrivere ad un proprio cliente un investimento denominato Al Euriboc, dall’elevato rischio, senza però fornirgli, sostiene Aducons, le necessarie e sufficienti spiegazioni. Dopo qualche tempo, il lucchese, aveva scoperto di aver perso tutta la somma investita: circa 2 mila euro. Non ottenendo alcun risultato alle sue rimostranze mosse verso la banca, si è rivolto alla sede lucchese dell’Aducons Toscana per veder tutelati i propri diritti.

E’ stata tentata prima una mediazione presso un organismo accreditato, ma l’istituto bancario in questione si è rifiutato perfino di partecipare. A questo punto, visto che si trattava di una violazione delle norme del testo unico finanziario in materia di obblighi dell’intermediazione e di informazione nei confronti dei clienti, l’associato ha fatto causa alla banca di fronte al giudice di pace di Lucca, con l’assistenza dell’avvocato Stefano Dalle Mura, consulente legale dell’associazione.
“Il giudice di pace – spiega Aducons – ha accolto la domanda perché l’articolo 23 del Testo Unico finanziario prevede l’obbligo per la banca di dimostrare di aver adeguatamente informato il cliente al momento della sottoscrizione dell’investimento. La banca è stata quindi condannata al pagamento della somma investita, oltre alla rivalutazione e agli interessi legali, nonché al pagamento delle spese legali”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.