Bivaccano a Pietrasanta, il sindaco li fa allontanare

Bivaccano nel centro storico. Il sindaco chiama la polizia municipale e li fa allontanare. Identificati i sette presunti artisti di strada, che si erano accasati prima di fronte al teatro Comunale e poi, la mattina, nel parco della Lumaca, in via della Rocca a Pietrasanta.

Le sette persone individuate erano accompagnate da quattro cani, tre di taglia grande, privi di guinzaglio e museruola, e si erano esibite, poche ore prima, imbrattando il pavimento di via di mezzo con murales e disegni. Finito avevano deciso di trascorrere la notte all’ombra del campanile dove in piena notte sono stati raggiunti dalla prima volante.
Dura la presa di posizione del primo cittadino che ha avvertito le forze dell’ordine.
“Gli artisti di strada sono ben altra cosa. Questi sono quel genere di artisti – tuona Mallegni – che la sinistra cittadina vorrebbe far esibire la sera nel centro storico e nei confronti dei quali si sono schierati quando abbiamo approvato, lo scorso anno, il regolamento per disciplinare dove ed in quale forma è possibile esibirsi. Hanno prima scarabocchiato i piastroni di via di Mezzo manomettendo il principio di decoro, poi si sono spostati alla stazione a chiedere gli spiccioli per poi tornare nel parco della Lumaca in uno spazio destinato ai bambini e alle famiglie per dormire. Se questa è l’immagine che la sinistra cittadina e la minoranza vogliono dare non coincide con l’immagine che la mia amministrazione vuole dare della città a residenti e turisti”.
“Non vogliamo questo genere di artisti a Pietrasanta. Gli artisti di strada sono dei professionisti che lo fanno di mestiere. Questi erano dei vagabondi: sudici, maleodoranti e con animali tenuti senza dignità.– continua Mallegni – Lo spettacolo a cui abbiamo dovuto assistere era vergognoso. Qui non c’è posto per loro”.
Nel centro storico sono intervenuti anche i carabinieri.
“Abbiamo richiesto la presenza del corpo dell’arma per verificare la loro identità. – spiega Andrea Cosci, assessore alla polizia municipale – Si tratta di vagabondi abituali o meglio conosciuti come punkabbestia. Erano già stati allontanati nel pomeriggio per le stesse motivazioni. Sono ritornati durante la sera”.
Il parco giochi è stato chiuso temporaneamente a scopo precauzionale, per consentire la sanificazione dell’area ed evitare il contagio di zecche e pulci dovuto alla presenza dei cani che hanno dormito nell’area dove i bambini abitualmente giocano. Nell’area sono stati rinvenuti anche rifiuti di ogni genere. Il parco sarà riaperto entro le prossime 24 ore.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.