Servizio civile in procura, 7 giovani già al lavoro

Al via il primo progetto di servizio civile alla Procura della Repubblica di Lucca. Ieri (31 maggio) hanno iniziato a lavorare i 7 giovani che si occuperanno di un progetto per la sicurezza nelle cave e nelle aziende del settore del marmo nel distretto Apuo-versiliese. A metà giugno partiranno anche gli altri due progetti di servizio civile sempre al Tribunale cittadino che riguardano il fascicolo penale digitale e la informatizzazione dei servizi e comunicazioni on line.

I progetti per i quali i giovani possono presentare domanda hanno una durata di 8 mesi e prevedono un contributo mensile di 433,80 euro. I 7 giovani che hanno vinto il bando delle cave hanno tutti un’età compresa fra i 18 e 29 anni (compiuti); non risultano occupati, e sono quindi senza lavoro o studenti e, ovviamente sono in possesso di idoneità fisica, non hanno riportato condanna penale anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo, come da bando. Solo lo scorso anno ben trecentodiciotto erano stati i controlli che hanno coinvolto i carabinieri forestali: diciotto in cava, dodici a Lucca e sei a Massa Carrara, e trecento sui mezzi pesanti che trasportano marmo, grazie a sessantacinque posti di controllo e duecento militari complessivamente impegnati. Ora sarano coadiuvati anche dai 7 ragazzi del primo progetto di servizio civile del 2018 della procura cittadina.

 

v. b.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.