Accoltella il fidanzato dell’amica dopo la lite

“Sono intervenuta per difendere la mia amica”. Così avrebbe dichiarato alle forze dell’ordine e l’amica avrebbe anche confermato la sua versione. Solo le indagini. però. potranno stabilire cosa sia accaduto realmente, e soprattutto perché, nella serata di sabato. Lei, poco più che diciannovenne, ha inferto una serie di ferite al braccio destro con un coltello multiuso estratto, dalla borsa, ad un giovane che, secondo il racconto delle ragazze, stava litigando con la sua fidanzata in un parcheggio di fronte a un noto locale della Versilia.

La lite tra fidanzati era degenerata, sempre stando al racconto delle giovani, e i due avevano iniziato a darsele di santa ragione. La fidanzata inevitabilmente stava avendo la peggio e a quel punto è intervenuta la sua amica colpendo con il coltello il ragazzo perché preoccupata per le sorti dell’amica del cuore.
La volante della polizia, che stava effettuando un pattugliamento notturno, intorno alle 2 ha notato un ragazzo accasciato a terra sanguinante che chiedeva aiuto. Immediato l’intervento e l’invio sul posto dell’ambulanza del 118 che ha trasportato in ospedale il giovane ferito. Ne avrà per circa 30 giorni. Le ferite riportate infatti sono risultate più profonde di quel che si pensava all’inizio.
Altri ragazzi hanno poi indicato alla polizia dove si trovasse la ragazza che aveva ferito il giovane. A pochi metri di distanza, infatti, gli agenti hanno rintracciato la giovane accoltellatrice insieme alla sua amica in evidente stato di choc e solo dopo l’intervento dei sanitari che hanno calmato le due ragazze gli investigatori sono riusciti a farsi raccontare cosa fosse accaduto.
I fatti narrati dalle ragazze e dal giovane ferito sembrano concordare e sarebbero stati confermati anche da altri testimoni, tutti di giovane età.
La ragazza è stata denunciata a piede libero, al momento, ma bisognerà attendere le integrazioni delle indagini predisposte dall’autorità giudiziaria per comprendere meglio l’intero fatto, che comunque vadano le cose andrebbe approfondito anche da altri punti di vista, proprio per la giovane età di tutti i protagonisti di una calda (e folle) notte di primavera in Versilia.

Vincenzo Brunelli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.