Quantcast

Incendi boschivi, scatta la task force

Incendi boschivi, scatta la task force estiva anche a Lucca. Presieduto dal prefetto Maria Laura Simonetti, con la partecipazione del questore Vito Montaruli, del comandante del gruppo carabinieri forestali di Lucca Raffaella Pettinà, del vice comandante provinciale della Guardia di Finanza Walter Mazzei, del comandante provinciale dei vigili del fuoco Geremia Coppola, del comandante della Capitaneria di Porto di Viareggio Giovanni Calvelli e della polizia provinciale Claudio Donati, nonché dei rappresentanti dell’Anas, della Salt e di Rete ferroviaria italiana, si è riunito ieri (21 giugno) in Prefettura il comitato provinciale dell’ordine e della sicurezza pubblica, come ogni anno, per un punto di situazione nell’imminenza della campagna antincendi boschivi 2018, la cui durata è stata fissata dalla Regione Toscana dal 1 luglio al 31 agosto prossimi.

Dopo un inquadramento generale della tematica da parte del prefetto e del comandante del gruppo carabinieri forestali, la riunione è stata l’occasione per prendere atto che le ancor recenti novità istituzionali relative alla confluenza del corpo forestale nell’Arma dei carabinieri sono ormai a regime, così come il conseguente riassetto delle competenze nella materia tra la nuova specialità dell’Arma, i vigili del fuoco, la Regione e gli enti locali, con le relative procedure di allertamento.
Particolare attenzione è stata dedicata poi al tema degli incendi di interfaccia, ove ricorre il rischio di un travalicamento dell’incendio stesso dall’area boschiva a quelle abitate: l’emergenza, in questo caso, tende a configurarsi come vera e propria emergenza di protezione civile e si rende quindi necessario attivare le strutture di Protezione civile con la conseguente apertura della Sala operativa di protezione civile provinciale, con tutti gli enti e le funzioni che vi afferiscono.
I rappresentanti di Anas, Salt e Rete ferroviaria italiana hanno riferito sulle rispettive modalità di attivazione di procedure di emergenza settoriali e sulle opere di prevenzione incendi in corso lungo le rispettive direttrici di competenza, principalmente con la fondamentale attività di sfalcio della vegetazione e taglio di arbusti. Dalla Capitaneria di Porto sono giunte indicazioni sulle modalità di prelievo di acqua marina per operazioni antincendio. Il prefetto, inoltre, ha invitato le amministrazioni presenti a segnalare eventuali situazioni di criticità sotto il profilo del rischio per gli incendi boschivi rilevate durante i normali controlli.
Altrettanto potranno fare i cittadini, altresì richiamati a tenere virtuosi e responsabili comportamenti atti a prevenire il rischio incendi. In tale contesto, la Prefettura ricorda che, a decorrere dal 1 luglio e fino ad almeno il 31 agosto (salvo prolungamenti), è in vigore il divieto assoluto di abbruciamento di residui vegetali agricoli e forestali su tutto il territorio.
Due i numeri da tenere presenti, anche da parte della cittadinanza, per segnalare ogni avvistamento d’incendi: il 115 dei vigili del fuoco e il 1515 delle emergenze ambientali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.