Generalità false per aprire un conto, arrestato

Fornisce generalità false per aprire un conto corrente. Un italiano di 30 anni, di origine campana, è stato arrestato dai carabinieri a Porcari. Lo stesso dovrà rispondere delle accuse di tentata truffa e falsità materiale in certificazioni amministrative.

Il giovane si era presentato, nella giornata di ieri, alla filiale di un istituto di credito del centro del Comune, chiedendo di aprire un conto corrente senza addurre particolari motivi. L’impiegato, insospettitosi, ha chiesto però al cliente di ritornare fra qualche ora, adducendo di avere un problema con il computer e provvedendo nel frattempo a informare dell’accaduto i carabinieri. Quando il giovane è ritornato in banca, convinto di concludere l’operazione, ha trovato al posto del precedente impiegato i militari della stazione di Capannori. I carabinieri hanno subito verificato la falsità dei documenti presentati. Ulteriori accertamenti hanno consentito di verificare che lo stesso, in diverse altre circostanze e in altre località del centro Italia, aveva già accesso altri correnti bancari, esibendo di volta in volta documenti di identità con la propria fotografia, ma riportanti sempre generalità diverse.
Nei confronti del giovane arrestato sarà celebrata nella mattinata l’udienza di convalida.
Proseguono intanto le indagini dei carabinieri che, dopo aver acclarato che non si è trattato di un episodio isolato, sospettano che il soggetto arrestato faccia parte di un’organizzazione più ampia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.