Sopralluoghi alle gioiellerie, foglio di via per due

Nella giornata di ieri (26 ottobre) personale della squadra volanti del commissariato di Viareggio ha fermato due uomini italiani e residenti a Napoli, che sono stati notati mentre si aggiravano con fare sospetto nelle vicinanze di alcune gioiellerie di zona. Il sospetto degli operatori di polizia ha poi trovato conferma quando, dopo aver condotto i due uomini negli uffici del commissariato per gli accertamenti del caso, sono emersi a loro carico numerosi precedenti proprio per reati contro il patrimonio a danno di oreficerie e gioiellerie. Dagli accertamenti effettuati, inoltre, è emerso che i due nel corso della giornata avveno seguito, sia a piedi che in macchina, un rappresentante orafo durante il suo giro per le gioiellerie della Versilia.

Verosimile dedurre che i due stessero pianificando un nuovo colpo a danno del malcapitato rappresentante di gioielli. Sulla base di tali condizioni e, non riuscendo i duea giustificare la loro presenza sul territorio viareggino, sono stati muniti di foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno dai territori di Viareggio, Camaiore, Forte dei Marmi e Pietrasanta per tre anni.
Continua così l’attività di prevenzione e contrasto al fenomeno dei reati contro il patrimonio da parte del commissariato. La strategia mira non solo alla repressione ma anche e soprattutto alla prevenzione dei furti, specie nelle zone della città maggiormente colpite.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.