Interviene per sedare una lite ma finisce all’ospedale

Interviene per sedare una lite tra cittadini stranieri a Massarosa ma riceve un colpo in testa. Denunciato un cittadino di origini marocchine fermato poco dopo il fatto, che avrebbe confessato di aver colpito con una bottiglia l’uomo perché, a suo dire, sarebbe intervenuto durante una lite con un suo connazionale, “mancandogli di rispetto e offendendolo”.

L’uomo, 43 anni, già noto alle forze dell’ordine per vari reati, è stato denunciato per rissa e lesioni colpose. L’aggredito è stato portato in pronto soccorso per le ferite riportate e soprattutto perché ha perso i sensi subito dopo aver ricevuto il colpo ed è quindi sotto controllo medico.
Ai militari che hanno poi identificato il presunto responsabile dell’aggressione ha raccontato che mentre sedeva su una panchina di fronte a un bar ha notato l’insorgere di un violento alterco e di essere intervenuto per evitare conseguenze peggiori per i due che se le stavano dando di santa ragione. Ma, come spesso accade, è stato lui ad avere la peggio. Dopo essere svenuto ha chiamato i carabinieri che lo hanno accompagnato in pronto soccorso per le cure del caso e dopo poco hanno individuato il presunto aggressore che risulta anche essere stato scarcerato nel mese di agosto dopo un periodo di detenzione per reati simili.
Sono in corso indagini per identificare anche l’altra persona con la quale l’arrestato stava litigando.

Vincenzo Brunelli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.