Quantcast

Aggressioni sui bus, sindacati minacciano sciopero

“Quotidianamente si verificano episodi al limite della legalità. Senza risposte da parte di azienda e amministrazioni locali, siamo pronti a indire uno sciopero di ventiquattr’ore”. Così affermano Filt-Cgil, Uiltrasporti e Faisa, denunciando un escalation di episodi di aggressione verbale e fisica da parte degli utenti nei confronti di tutto il personale di Ctt nord.

“Episodi acuiti dai numerosi disservizi – proseguono i sindacati – che quotidianamente si presentano sulle linee di trasporto pubblico locale della provincia di Lucca, come si legge ogni giorno su varie testate. Anche alcuni giorni fa nei locali della biglietteria di Viareggio si è presentato un uomo che dando in escandescenza ha reso necessario l’intervento delle forze dell’ordine facendo temere per l’incolumità delle lavoratrici presenti”.
“I conducenti di linea ed i verificatori, quotidianamente – concludono Filt-Cgil, Uiltrasporti e Faisa – devono gestire situazioni al limite della legalità che spesso subiscono anche per non esasperare le situazioni. Per questi motivi, chiediamo all’azienda e alle amministrazioni locali, che oltre a tutelare il diritto alla mobilità dei cittadini, si adoperino anche per la salvaguardia della salute e della sicurezza dei lavoratori e delle lavoratrici che operano in Ctt nord”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.