Commissariato di Forte, Landucci va in pensione

Versilia, il commissario Alessandro Landucci, viareggino, il primo di giugno lascia la polizia di stato per la meritata pensione, dopo 36 anni di servizio effettivo. Landucci è entrato in polizia con il primo corso per Vice Ispettori nel 1983 e viene assegnato alla questura di Firenze, squadra mobile sezione omicidi, dove partecipa alle indagini sul cosiddetto mostro di Firenze. Nel 1985 viene trasferito al commissariato di Viareggio dove presta servizio come responsabile delle volanti e del settore ordine pubblico fino al 2014, per essere trasferito con il medesimo incarico al commissariato di Forte dei Marmi.

Alessandro Landucci ha percorso tutti i gradi del ruolo Ispettori fino alla promozione al ruolo direttivo di commissario, divenendo funzionario addetto del commissariato di Forte dei Marmi.
Landucci ha legato il suo nome a Viareggio e alla Versilia essendo sempre presente in tutte le occasioni che hanno segnato la storia di questa terra, da quelle spaventosamente tragiche come l’alluvione di Cardoso e la terribile strage della stazione di Viareggio, ai grandi eventi sportivi, ai corsi di carnevale e alle visite delle alte personalità nazionali e internazionali, così’ come nella quotidiana lotta alla criminalità e allo spaccio di stupefacenti.
Alessandro Landucci è stato un chiaro punto di riferimento per tutti, impersonando la stessa Polizia per i suoi concittadini
Al commissario Alessandro Landucci, il questore della provincia di Lucca, il vicario del questore, i dirigenti dei commissariati di Viareggio e di Forte dei Marmi e tutti i colleghi esprimono affetto e gratitudine per l’instancabile lavoro svolto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.