Blitz al mercatino, ambulanti non in regola

Una domenica di mercato, senza il mercato. Accade ad Altopascio, dove i controlli della polizia municipale tra gli ambulanti attesi per mercatino settimanale hanno prodotto, di fatto, un “fuggi fuggi” generale. Soltanto in alcuni casi, va precisato, i vigili urbani hanno riscontrato difformità tra le autorizzazioni rilasciate dall’ufficio Suap e il banco allestito o in allestimento sul suolo pubblico concesso ad un organizzatore, attraverso una selezione che si era svolta in gennaio ed era stata assegnata verificando che tutta la documentazione fosse in regola. Questa mattina (9 giugno), tuttavia, gli agenti della polizia municipale, svolgendo un controllo di routine, si sono resi conto che in realtà alcuni degli ambulanti presenti non rispettavano alcune delle prescrizioni previste dalle autorizzazioni regolarmente rilasciate.

Al termine degli accertamenti sul posto, gli ambulanti a cui sono state contestate queste difformità hanno preferito “abbandonare” il campo, seguiti da altri commercianti che hanno deciso di non montare nemmeno lo stand. Il risultato è stato che praticamente il mercatino non si è svolto. Provocando polemiche in politica.
Nessuna multa è stata ancora elevata, come poi ha chiarito il Comune. Dal comando della polizia municipale spiegano che sono in corso accertamenti e verifiche del caso, sulle presunte difformità riscontrate.
Dal canto suo l’amministrazione D’Ambrosio chiarisce: “Il soggetto organizzatore ha partecipato a una manifestazione di interesse a gennaio per la gestione del mercatino, dichiarando di rispettare tutte le norme del bando, che si rifanno sia a regolamenti comunali sia a leggi regionali, risultando idoneo per l’aggiudicazione dello stesso È chiaro – aggiunge il Comune – che periodicamente ci debba essere un feedback che stabilisca la veridicità di quanto dichiarato, sia per controllare sia per tutelare l’ente comunale in caso di incongruenze tra quanto comunicato e quanto messo in atto”.
“Viste le criticità emerse, non entriamo nel merito se la norma della partita iva sia giusta o meno, esiste e va rispettata, ed essendo questo l’ultimo mercato prima della stagione estiva – prosegue la nota -, l’amministrazione comunale si attiverà fin da subito per risolvere il problema in vista dei prossimi mercati, fermo restando che l’organizzatore si deve adeguare per rispettare quanto dichiarato. Né l’organizzatore del mercato né gli ambulanti sono stati multati. A chi non era in regola è stato chiesto di smontare il banco. I controlli vengono periodicamente svolti dalle forze dell’ordine. E no, non è il sindaco, o l’assessore, che manda i controlli”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.