Quantcast

Teppisti lanciano sasso contro il finestrino del treno

Li ha visti correre verso il treno che si stava accingendo a riprendere la marcia, in sosta nella stazione. Un gruppetto di ragazzi – forse tre, o quattro – che si è avvicinato al convoglio e lo ha preso di mira. Prima pugni contro i finestrini, poi uno di loro ha afferrato un sasso dal binario e lo ha lanciato contro un vetro, incrinandolo (nella foto a fianco, ndr). La pietra è riuscita a forare il finestrino, e solo per un caso fortunato nessuno è rimasto ferito. Un episodio di teppismo avvenuto all’alba di questa mattina (3 agosto) alla stazione di Ghivizzano, in Valle del Serchio. I vandali, cui ora stanno dando la caccia i carabinieri, hanno preso di mira il primo treno del mattino diretto a Lucca. Erano da poco passate le 6, quando il convoglio è giunto in stazione. Ma mentre stava terminando la sosta, alcuni passeggeri hanno notato i giovani avvicinarsi alle carrozze.

Iniziava appena ad albeggiare e nell’oscurità i loro volti non erano ben distinguibili, ma ad un certo punto i pochi passeggeri che si trovavano a bordo hanno sentito dei colpi dati all’esterno. Qualcuno dei ragazzi stava prendendo a pugni i finestrini, poi uno di loro è passato all’azione. In tutto quattro giovani: i carabinieri sarebbero vicini alla loro identificazione.
E mentre il treno stava ormai partendo ha colpito un finestrino. Un passeggero che si trovava vicino al vetro dove è stato lanciato il sasso, ha subito chiamato il capotreno che è accorso dando l’allarme alla Polfer. La polizia ferroviaria ha immediatamente chiamato i carabinieri. La centrale operativa della compagnia di Castelnuovo ha inviato la pattuglia più vicina. I militari arrivati in stazione hanno iniziato così le ricerche dei malviventi, che nel frattempo si erano allontanati. Purtroppo in quella stazione non ci sono telecamere utili a dare qualche indizio sull’identità dei teppisti. E né il capotreno, né i passeggeri sono riusciti a dare una descrizione precisa dei ragazzi, che sembrano aver agito come in un vero e proprio blitz. Ma i militari sembrano aver imboccato la pista giusta per identificarli.
Un episodio certo sconcertante, l’ennesimo vandalismo che colpisce i treni regionali. Di sicuro in questo caso è andata bene: sono stati riscontrati infatti soltanto danni al vetro del convoglio e nessuno è rimasto coinvolto. Il treno, uno Swing, dovrà comunque rimanere qualche giorno in officina e i tecnici di Rfi sono al lavoro per quantificare il danno. I carabinieri hanno passato intanto al setaccio l’intera zona e sono tornati più volte in stazione. La sensazione degli inquirenti è che si tratti di persone che gravitano o forse anche abitano nella zona e sarebbero tutti e 4 vicini all’identificazione.

Rob. Sal.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.