Furti in serie all’Esselunga: un arresto e due denunce

Rubano all’Esselunga di viale Carlo del Prete. Un componente della banda, dedita in particolare al furto di pinoli, viene scoperto dalla vigilanza ma finisce in manette.
I fatti risalgono alla serata di ieri Ieri sera, intorno alle 19,30 circa. A finire nei guai un cittadino rumeno di 23 anni, arrestato e due suoi complici, denunciati per ricettazione. L’uomo aveva rubato 4 bottiglie di liquore e aveva oltrepassato le casse quando è stato fermato da personale della vigilanza e consegnato alla volante della polizia.

Approfondendo la dinamica, è emerso che il circuito di vigilanza Esselunga regionale, aveva allertato tutte le filiali della presenza di tre persone dedite a furti, fornendone le descrizioni. In effetti i tre erano stati individuati ieri pomeriggio in via Carlo del Prete, ma mentre il 23enne è stato fermato, gli altri due che avevano agito separatamente hanno abbandonato i loro intenti criminosi e si sono allontanati.
Muniti della descrizione dei due, una volante li ha scovati circa mezz’ora dopo a bordo di una macchina, una station qagon, a cui mancava il pianale del bagagliaio che, alla vista, appariva pieno di merce. In particolare all’interno dell’auto in uso agli altri due connazionali dell’arrestato sono state trovate 250 confezioni di pinoli, 74 confezioni di adesivo per protesi dentali, 30 scatolette di tonno marca Consorcio, 9 bottiglie di cognac, per un valore totale di 2340 euro.
Tutta la merce è risultata rubata a Esselunga, che nei prossimi giorni fornirà indicazioni esatte sui luoghi e sulle modalità dei furti. In attesa di queste verifiche i due, della provincia di Genova, dove probabilmente smerciano i pinoli, sono stati denunciati per ricettazione. Stamattina invece si è tenuta la direttissima per l’arrestato: convalidato il fermo, il 23enne è stato messo in libertà dopo essere stato condannato a 4 mesi con pena sospesa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.