Finanza, 25 lavoratori irregolari nel locale

Lavoratori in nero in un ristorante-discoteca di Castelnuovo Garfagnana. Li ha scoperti la tenenza della Guardia di Finanza che, al termine di un controllo, ha rilevato la presenza di undici lavoratori non registrati e 14 irregolari.
L’azione dei finanzieri è stata orientata alla verifica del corretto assolvimento degli obblighi connessi alla regolare assunzione del personale ed al rispetto delle condizioni contrattuali prescritte dal contratto nazionale di lavoro.

Nel locale i militari hanno controllato e intervistato tutti i soggetti che svolgevano lì le proprie mansioni, hanno proceduto ad incrociare le informazioni acquisite con le risultanze emerse dalla consultazione di specifiche banche dati in uso all’amministrazione finanziaria e dalla documentazione presentata dai titolari dell’attività.
A conclusione degli approfondimenti le Fiamme Gialle, in collaborazione con gli ispettori dell’Inps e della direzione territoriale del lavoro di Lucca – Massa Carrara, nei giorni scorsi hanno riscontrato la presenza di quattordici lavoratori irregolari e undici completamente in nero, vale a dire sprovvisti di qualsiasi regolarizzazione formale del rapporto di impiego sia sotto il profilo contributivo sia assicurativo, circostanza questa che, oltre a costituire illecito amministrativo, non assicura ai lavoratori alcuna forma di tutela e di assistenza, soprattutto in caso di infortunio.
Ai titolari dell’attività commerciale sono state comminate sanzioni che ammontano complessivamente a circa 26mila euro. È partita poi la richiesta di regolarizzare gli obblighi contributivi previdenziali. Inoltre, secondo le previsioni di legge, si è proceduto all’emissione del provvedimento di sospensione dell’attività, successivamente revocato a seguito della regolarizzazione dei dipendenti, risultati essere quasi tutti studenti universitari di età compresa tra i 20 e i 35 anni.
Il contrasto al lavoro nero o irregolare rientra tra le funzioni di polizia economico-finanziaria della Guardia di finanza: nello specifico settore sono stati numerosi gli interventi effettuati dall’inizio dell’anno, anche in concomitanza di altre tipologie di controlli, che hanno permesso di individuare, nella provincia di Lucca, un totale di 25 lavoratori in nero e 100 lavoratori irregolari. L’obiettivo dell’azione dei reparti del comando provinciale di Lucca è quello di tutelare la dignità del lavoratore e di far emergere il sommerso che occulta al fisco consistenti basi imponibili, a salvaguardia della libera concorrenza e di chi è in regola con gli adempimenti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.