In tribunale con un coltello, fermato 40enne

Cerca di entrare con un coltello a serramanico al tribiunale di Lucca, fermato dalle guardie giurate. Stamattina (16 settembre) un uomo sulla quarantina ha cercato di introdursi con un coltello da 25 centimetri nel borsello nella sede di via Galli Tassi quando è stato fermato dal responsabile dei servizi delle guardie giurate della Securitas spa, la società che gestisce la sicurezza di tutti gli uffici, in quanto appariva visibilmente agitato.

L’uomo, 40 anni, già noto alle forze dell’ordine, ha detto che cercava un avvocato con il quale avrebbe dovuto parlare di alcune cause ma senza specificare altro. Quando le guardie giurate gli hanno chiesto di svuotare il contenuto del suo borsello ha dato subito in escandescenze inveendo contro tutti, in evidente stato di alterazione. A quel punto inevitabile l’intervento anche da parte degli ufficiali di polizia giudiziaria del tribunale che lo hanno fermato, identificato e portato via per altri controlli. Nel borsello oltre agli effetti personali anche un lungo e pericoloso coltello a serramanico dalla lama di circa 25 centimentri. L’uomo dopo le verifiche di polizia è stato denunciato e ora dovrà affrontare l’ennesimo iter giudiziario a suo carico.
Altre indagini sono state avviate sui motivi che hanno portato l’uomo stamattina a cercare di entrare armato in tribunale.

v.b.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.