Vigili del fuoco a Roma per chiedere più risorse

Uno stanziamento per i vigili del fuoco nella prossima legge finanziaria. E’ questa la richiesta che attraverso una manifestazione fissata al 19 novembre chiederanno al governo i sindacati Conapo, Sin Dir, Dir Stat e Ap vigili del fuoco. Anche da Lucca sarà presenta una delegazione.  

“L’invito a partecipare a questa manifestazione – spiega Nicola Todaro, segretario provinciale di Conapo Lucca – è stato rivolto anche a tutti gli altri sindacati, tuttavia l’invito non è stato da loro accolto. Senza fare polemica che in questo momento è l’ultima cosa di cui abbiamo bisogno, voglio spiegarvi che lo scopo della manifestazione è unicamente quella di ottenere uno stanziamento di soldi per risolvere il grave problema di sperequazione che c’è con le altre forze dell’ordine. Un vigile del fuoco percepisce in media 300 euro netti in meno al mese rispetto ad un suo parigrado in polizia pur essendo dello stesso ministero dell’interno pur essendo anche il vigile del fuoco un agente di pubblica sicurezza e aver giurato fedeltà alla Repubblica. Purtroppo la tragicità dei fatti piemontesi ha fatto vedere che anche noi si rischia la vita e la perdiamo, in un forse, ancora da chiarire da parte della magistratura, vile attentato. Partiranno vigili del fuoco di tutta Italia. Da Lucca partiranno dall’avamposto più remoto di Castelnuovo di Garfagnana per passare dalla Versilia e Lucca per confluire tutti in piazza Montecitorio per chiedere a nome di tutti i vigili del fuoco pari soldi e dignità. Domani piangeremo i nostri fratelli nell’ultimo saluto, la politica non ha ancora capito che noi siamo uomini in divisa che siamo pronti a morire, mentre gli attestati di stima degli altri corpi dello stato che hanno fatto risuonare le loro sirene davanti alle nostre caserme ci hanno e ci stanno dando forza per guardare avanti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.