Maltrattamenti in famiglia, 20enne a giudizio

E’ sprofondato nel tunnel della dipendenza dalle droghe ed è iniziato un incubo ad occhi aperti per lui e per i suoi familiari: 20enne rinviato a giudizio per maltrattamenti in famiglia.

Dopo mesi di minacce e soprusi e minacce, e vari interventi da parte delle forze dell’ordine, in un’abitazione di un Comune della Piana, nei giorni scorsi il gup del Tribunale cittadino, Antonia Aracri, ha accolto la richiesta di rinvio a giudizio del pm Paola Rizzo e ha stabilito che il giovane dovrà essere processato. Ad aprile l’inizio della fase dibattimentale. Già altre volte le forze dell’ordine e i sanitari erano dovuti intervenire in quella casa che era tenuta comunque sotto stretta osservazione ma la reticenza dei familiari non aveva consentito azioni giudiziarie. Ma la misura era ormai tristemente colma perché quelle violenza non sembravano finire mai. Genitori e parenti dell’indagato avrebbero raccontato a investigatori e inquirenti tutte le angherie subite dai familiari per motivi che legati alla dipendenza da droghe, stando ai resoconti investigativi e processuali. Un figlio sempre più violento e assetato di denaro, secondo l’inchiesta che è nata a marzo del mese scorso quando il giovane era stato allontanato dall’abitazione. Minacce di morte anche con un coltello in mano, minacce di suicidio e violenza continua, di vario genere, in una casa che era diventato un vero e proprio inferno. Ad aprile l’inizio del processo ma la speranza, vista la giovane età dell’imputato è che possa, attraverso una serie di percorsi, venir fuori dalla sua dipendenza dalle sostanze stupefacenti e rifarsi una vita.

Vincenzo Brunelli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.