Bloccano il Brennero con una ruspa e con l’altra sventrano il bancomat all’Esselunga. Via il forziere fotogallery video

Commando di sei malviventi in azione nella notte: la gang si è dileguata a bordo di due auto

Hanno bloccato la strada statale del Brennero, piazzando una ruspa alla rotatoria all’imbocco con viale Europa, mentre con un altro escavatore hanno sfondato la vetrata d’ingresso del supermercato Esselunga di Marlia, sventrando lo sportello bancomat della Banca del Monte di Lucca che si trova all’interno della galleria commerciale e hanno portato via la cassaforte carica di denaro contante. Un colpo da almeno 70-80mila euro, messo a segno da un commando di malviventi fuggiti a bordo di due auto senza al momento lasciare altre tracce.

Un raid evidentemente studiato fin nel minimo dettaglio dai ladri, che sono arrivati sul posto con ben due ruspe e le auto con cui poi fuggire indisturbati. Erano circa le 4 di stamani quando il piano è stato messo in atto. L’allarme, subito entrato in funzione, è stato praticamente inutile: nel giro di pochi minuti il commando è riuscito a fare tutto, caricando la cassaforte su un furgone scuro, dove sono saliti due malviventi, mentre il resto della banda – sembra altre 4 persone – si sono allontanati a bordo di una utilitaria.

Con incredibile coordinamento, i ladri – almeno 6 persone secondo quanto appreso finora -, hanno prima impedito di essere disturbati, bloccando la strada all’altezza della grande rotonda di fronte al supermercato, poi si sono messi all’opera.

Con l’altra ruspa hanno iniziato letteralmente a demolire la vetrata dell’ingresso principale dell’Esselunga. Una volta mandato in frantumi l’ingresso si sono diretti al bancomat e l’hanno sradicato, estraendo il forziere che soltanto qualche ora prima era stato caricato di denaro per i prelievi del fine settimana: gli addetti avevano inserito tra i 70 e gli 80mila euro, in vista del ponte dell’Immacolata.

I malviventi lo hanno trasportato a bordo del furgone con cui sono arrivati a Marlia – ciascuno dividendosi i compiti – e poi sono sfrecciati via a tutta velocità, abbandonando le ruspe in mezzo alla strada. Sul posto sono piombate diverse pattuglie dei carabinieri, che hanno iniziato le ricerche dei malviventi fuggiti con un bottino da quantificare ma che dalle prime stime sarebbe parecchio ingente.

Il direttore del supermercato è alle prese anche con i danni riportati dal supermercato, letteralmente preso d’assalto. Dall’alba si sta facendo la conta e le prime stime non sono incoraggianti.

I carabinieri, invece, dopo aver effettuato un sopralluogo, hanno iniziato le indagini del caso. Ricerche e posti di blocco sono stati allestiti in tutta la Piana di Lucca, mentre sono stati nel frattempo anche acquisiti i video della sorveglianza di cui il supermercato è dotato. Dalle immagini gli inquirenti sperano di avere dettagli per risalire alla banda. Forse la stessa che qualche giorno fa ha colpito, con modalità simili, ad una Coop a Livorno. L’unica differenza è che in quel caso, come ariete, era stato utilizzato addirittura un camion.

Ipotesi che sono al vaglio. Il sospetto è comunque che la gang fosse appostata in zona da ore e abbia atteso il giro di controllo della vigilanza privata, per entrare in azione in tutta calma.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.