In prognosi riservata a Cisanello il 26enne caduto dalle mura

Si pensa a un gesto volontario. Il giovane non è in pericolo di vita

È in prognosi riservata all’ospedale pisano di Cisanello, ma non è in pericolo di vita il 26enne, residente nell’Oltreserchio, protagonista ieri (11 dicembre), intorno alle 20,30, della caduta dalle mura all’altezza del baluardo San Colombano.

Giovane di 26 anni cade dalle mura davanti alla stazione: grave a Cisanello

Il giovane era arrivato nella serata di ieri al nosocomio pisano in condizioni gravi dall’ospedale San Luca di Lucca dove era stata inizialmente trasportato dall’ambulanza della Misericordia di Lucca, intervenuta su segnalazione di alcuni passanti che avevano visto il corpo, apparentemente esanime, riverso sugli spalti delle mura. I forti traumi, soprattutto alla faccia e al torace, avevano portato i sanitari alla valutazione del trasporto urgente all’ospedale pisano, dove è tuttora in prognosi riservata, anche se non si teme per la sua vita.

Intanto da ieri sera la polizia è al lavoro per chiarire la dinamica dell’evento. Escluso immediatamente l’intervento di terzi sull’episodio, l’ipotesi più accreditata al momento è che non si tratti di un evento accidentale, ma di un gesto volontario da parte del giovane.

Nelle prossime ore, comunque, si saprà di più sulle sue condizioni, comunque gravi per i traumi e le fratture riportate nella caduta dal monumento cittadino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.