Rapinò due anziane sorelle, arrestato a Lucca

Il 45enne dopo il colpo a Livorno si era trasferito in città

La sera dell’11 agosto scorso, in piazza Mazzini a Livorno, rapinò due anziane sorelle. Con il volto coperto da un casco da motociclista, afferrò la borsa di una delle duestrattonandola e facendola cadere a terra prima di fuggire verso la complice. La donna, che lo aspettava in sella a uno scooter rubato la notte prima, nella concitazione è caduta dal motorino colpendo con violenza la vittima che ne aveva approfittato per tentare di riprendere la borsa della sorella.

L’anziana riprese conoscenza solo dopo essere stata soccorsa e trasportata in ospedale mentre i due rapinatori gettarono a terra nella la borsa rubata e un coltello a serramanico. Le impronte digitali trovate sullo scooter rintracciato in un cortile in zona Garibaldi, hanno portato all’identificazione del 45enne tunisino, che nel frattempo si era trasferito nella città di Lucca. Ieri pomeriggio il Gruppo Falchi della Squadra Mobile ha dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal tribunale di Livorno nei confronti del rapinatore senza fissa dimora con le accuse di concorso in rapina, lesioni ai danni di entrambe le anziane sorelle, ricettazione del motoveicolo e porto ingiustificato di coltello

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.