Quantcast

La Freddana raggiunge livelli di guardia: allarme rientrato

Canali sotto stretto controllo del Consorzio di Bonifica

Al lavoro da ieri (20 dicembre) gli uomini del Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord che proseguono lo stretto monitoraggio dei corsi d’acqua del territorio. Piogge intense e continue da venerdì su tutto il nord della Toscana dove era stata diramata l’allerta meteo arancione (che corrisponde al secondo livello di guardia su tre).
Al momento i tecnici non segnalano alcuna problematica sebbene i livelli dei corsi d’acqua abbiano subito importanti variazioni.

A Lucca e nella Piana la pioggia intensa e continua caduta dal pomeriggio di venerdì, sta defluendo senza creare problemi nel reticolo dei canali gestiti dal Consorzio di Bonifica in lucchesia e nella Piana. Livelli alti nei corsi d’acqua che restano tutti all’interno degli argini.

Le piogge concentrate maggiormente sui rilievi collinari mandano in piena la Freddana che alla stazione di Mutigliano alle 8 di sabato ha superato il primo livello di guardia per poi rientrare già alle 12, senza causare danni. In atto la piena del Fiume Serchio salito anch’esso sopra il livello di guardia, come ha registrato verso le 12,00 la stazione di Monte San Quirico.

Queste le cumulate di pioggia caduta nelle prime 24 ore dell’evento, registrate alle stazioni di Pescaglia (128mm), Borgo a Mozzano (100,6mm), Villa Basilica (75mm), Aquilea (69mm), Chiatri (62,4mm), Capannori (54,4mm) e Lucca (44,2mm). Nonostante i livelli critici il sistema idraulico regge senza criticità finora segnalate alla centrale operativa del Consorzio di Bonifica dove gli uomini sono a lavoro per garantire la sorveglianza e il presidio fino a conclusione dell’evento.

Piogge intense e continue si sono registrate anche su tutta la Versilia, afflitta dal maltempo dal pomeriggio di venerdì e per tutta la notte, con precipitazioni che si concentrano soprattutto nella parte nord del comprensorio. Il Consorzio di Bonifica risponde all’ondata di maltempo accendendo tutti gli impianti idrovori che fanno defluire l’acqua in mare superando anche la forza delle mareggiate in corso. Alle 12 di sabato i pluviometri registrano una cumulata delle 24 ore con dati importanti soprattutto in Alta Versilia: Cardoso 171,4, Terrinca 140,4, Azzano 118,2, Strettoia 99,8, Ponte di Tavole 87,8. Più tranquilla la situazione da Camaiore 75,4 a Viareggio 51,4, e Torre del Lago 38,6.

Sale invece repentinamente il Lago di Massaciuccoli, passato dai 14 cm di venerdì ai 20 delle prime ore di  sabato mattina, momento in cui il Consorzio ha deciso nuovamente l’accensione della idrovora della Bufalina, nuovamente in moto per contenere la piena dell’invaso.

Il presidio e la sorveglianza per il lago restano stretti, con uomini che alternano i turni nelle 24 ore a tutto il sistema idraulico attorno al Massaciuccoli.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.