Dall’amore per la danza agli animali, i sogni di Giulia spezzati dal fuoco

La ragazza era stata ballerina e aveva partecipato a numerose competizioni

L’amore per la danza classica e quello per gli animali. Aveva tanti sogni Giulia, come le ragazze alla sua età. Erano stati mesi di cambiamenti per la studentessa, che si era iscritta al primo anno dell’Iti Ferrari di Borgo a Mozzano. La passione per le discipline tecniche l’aveva ereditata dal padre, architetto e arredatore.

Da questa notte alle 2 Giulia Salotti quei sogni non potrà più realizzarli, né dividere la sua felicità con i genitori Massimiliano ed Elisabetta. “Era una ragazza speciale, solare e sempre con il sorriso”, la descrive lo zio Angelo Giusti, che nella notte è stato testimone della tragedia nella casa di Anchiano dove la ragazza viveva con il papà.

Muore a 14 anni nel rogo della sua abitazione, tragedia in Valle del Serchio

“Da qualche tempo aveva smesso di praticare la danza classica, ma era davvero bravissima”, osserva Angelo. Era stata la passione della sua infanzia e della sua adolescenza. Sempre accompagnata dal papà nelle competizioni e nelle esibizioni in giro per la Toscana e non solo.

Padre e figlia erano inseparabili. Lei era la sua principessa. Adesso quel legame tanto forte è stato spezzato nel più terribile dei modi: “Siamo tutti quanti disperati”, scuotono la testa altri familiari che questa mattina sono accorsi ad Anchiano. “E’ incredibile quello che è accaduto, senza alcun preavviso, in un modo terribile”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.