Tragedia di Anchiano, anche il calcio in lutto per Giulia

Fascia nera al braccio per le gare del Ghiviborgo, minuto di silenzio nei match del Corsagna e del Borgo a Mozzano

Anche il calcio si ferma per Giulia Salotti, la giovane di 14 anni rimasta vittima dell’incendio nella sua casa di Anchiano nella notte fra martedì e mercoledì.

Il Ghiviborgo ha chiesto di osservare un minuto di raccoglimento e di disputare le gare con in lutto al braccio, oltre che per la prima squadra anche per tutto il settore giovanile.

“Giulia era amica e compagna di classe di diversi nostri ragazzi – spiega la società – che, molto toccati, hanno chiesto alla società di avanzare la richiesta. Si ringrazia per la sensibilità dimostrata la Lega Nazionale Dilettanti, il Dipartimento interregionale, la delegazione provinciale di Lucca”.

Un minuto di raccoglimento anche prima delle partite del Corsagna e del Gs Borgo a Mozzano, società del Comune di Borgo a Mozzano. “Un piccolo gesto per salutare un piccolo angelo volato in cielo”, è il commento della dirigenza dei biancoverdi. “Tutta la squadra e la dirigenza si stringe intorno ai familiari per la tragica scomparsa”, sono le parole del presidente del Borgo, Davide Broglio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.