Rapina con la pistola alla cooperativa agricola di Guamo foto

Un uomo con cappellino e occhiali scuri ha puntato l'arma alla cassiera e si è fatto consegnare l'incasso

Rapina a mano armata nel pomeriggio di oggi (28 gennaio) alla Cooperativa agricola di Guamo, della catena di supermercati a marchio Carrefour Market.

Intorno alle 16,10, secondo le prime ricostruzioni, un uomo a volto scoperto e pistoia in pugno (non è dato sapere se si trattasse di un’arma vera o di un giocattolo cui è stato svitato il tappino rosso di riconoscimento) si è finto cliente e si è messo in coda. Quando è arrivato il suo turno, ha minacciato la cassiera del negozio di via di Sottomonte chiedendo il contenuto della cassa. La donna, spaventata, ha consegnato i 200 euro circa che erano presenti nel registratore.

L’uomo, preso il maltolto, è fuggito. In quel momento il supermercato era vuoto e non c’era nessun altro cliente. Il rapinatore ha agito a volto scoperto, indossando un cappellino, pantaloni blu e tuta e occhiali scuri.

Sotto choc la cassiera, la cui testimonianza è al vaglio degli inquirenti. Sul posto i carabinieri per il sopralluogo e per raccogliere elementi utili alla ricerca del responsabile.

Solo pochi euro per fortuna il bottino, perché la cassiera era di turno solo da dieci minuti. “Aveva circa quarant’anni, e dalla parlata sembrava italiano – dice una collega della ragazza minacciata – Lavoro qui da tre anni, non è mai successo niente del genere. Guamo è una zona tranquilla, ma adesso sono un po’ preoccupata”.

Un evento che ha scosso la tranquilla località di Guamo, rassicurata tuttavia dal tempestivo intervento dei carabinieri, subito sul posto. “Stanno già lavorando al caso – spiega l’elettricista del centro commerciale .- Purtroppo non sono riusciti ancora a identificare il rapinatore, ma le indagini sono partite subito: bisogna vedere cosa emergerà dai video delle telecamere”.

La videosorveglianza ha infatti registrato tutto, compreso il volto dell’uomo, che ha agito in pochi minuti a viso scoperto scappando a piedi. Non è dato sapere se con l’aiuto di un complice, magari con un’auto ferma ad aspettarlo. L’unica certezza è che dentro il market l’uomo ha agito solo.

“Si è messo dietro a una cliente con una bottiglia d’acqua, aspettando che la donna pagasse. Una volta aperto il cassetto con il denaro, ha puntato la pistola alla testa della cassiera, facendosi dare i soldi – racconta ancora la collega – I carabinieri lo stanno già cercando nei dintorni. Ma sembra essersi dileguato”.

Tanto lo spavento, ma la ragazza sta bene. Adesso non resta che aspettare lo sviluppo delle indagini.

Hanno collaborato Martina Del Grosso e Paolo Pinori

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.