Coronavirus, sindaco Fornaciari chiede un incontro urgente sindaci-Asl

Il primo cittadino di Porcari: "Voglio avere da subito chiare tutte le mosse da compiere se ci fossero episodi sul territorio"

Un incontro urgente di tutti i sindaci della provincia con i vertici Asl e tutti i soggetti che ne hanno titolo. A chiederlo, sul tema del rischio contagio da coronavirus, è il sindaco di Porcari, Leonardo Fornaciari dopo gli episodi emersi nel Basso Lodigiano.

“Gli ultimi fatti accaduti in Lombardia – dice Fornaciari – ci dimostrano che non esiste più il mio problema o il tuo. Esiste il nostro. Il mondo ormai è interconnesso e le malattie possono viaggiare velocemente come le merci e come le notizie”.

In questo contesto, prosegue Fornaciari “il sindaco è l’autorità sanitaria. Nessuno se lo augura ma se anche da noi dovesse esserci un caso di contagio da cironavirus voglio avere da subito chiare tutte le mosse da compiere e questo va fatto in una logica di coordinamento. E bisogna avere chiara la dinamica in ogni minimo particolare e dettaglio. E va fatto prima che il problema si presenti. Per questo ho richiesto un incontro urgente di tutti i sindaci con i vertici Asl e tutti i soggetti aventi titolo.  Sperando che tutto si risolva dobbiamo essere pronti anche a intervenire”.

Sul tema anche il sindaco di Pietrasanta Alberto Giovannetti: “A questo punto – dice – dobbiamo essere pronti anche ad affrontare la realtà. Il nuovo coronavirus Covid 19 non è più così lontano ed è un pericolo invisibile nei confronti del quale l’unica arma, in questo momento, è la prevenzione. I casi della Lombardia hanno creato un comprensibile panico tra i cittadini anche della nostra comunità ed il rischio, non troppo lontano, è in una progressiva degenerazione di questo stato d’animo”.

“La Regione Toscana, a questo punto – prosegue Giovannetti – deve fornirci tutti gli strumenti per aiutarci a contenere, in questa fase, il panico. E soprattutto renderci partecipi delle misure preventive e di contenimento in caso di contagi o ipotesi di quarantene. Dobbiamo essere preparati ad ogni possibilità. Come amministrazione pubblicheremo, sugli organi di informazione e comunicazione dei cittadini, le informazioni necessarie sulla prevenzione ed i corretti comportamenti da evitare. Invito ad evitare il panico e soprattutto ad approvvigionarsi di informazioni da fonti riconosciute come il ministero della salute e la Regione Toscana per evitare la diffusioni di notizie non corrette o non autorevoli”.

Intanto anche la Regione Toscana diffida dalla pubblicazione di fake news sui social: “In queste ore – si legge in una nota ufficiale – circolano sui social network foto di post totalmente falsi attribuiti al presidente della Regione Toscana Enrico Rossi. La Regione diffida chiunque dal veicolare queste false immagini e questi falsi testi che saranno segnalati alla polizia postale. Si ribadisce che tutte le informazioni su Covid-19 sono e saranno reperibili sul sito del ministero della salute e su quello della Regione Toscana”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.