Coronavirus, cinema e teatro sbarrati ma a Lucca la movida non si ferma

"Locali pieni di giovani", è polemica. L'ex sindaco Fazzi: "Qualcuno spieghi loro la situazione"

Città deserta durante il giorno ma la movida non si ferma – almeno non si ferma del tutto – di fronte al coronavirus. Un modo per esorcizzare e non farsi prendere dalla paura che tuttavia – in politica e non – sta suscitando, a Lucca, alcune perplessità.

Perché se è vero che manifestazioni e spettacoli sono sospesi per un mese, nulla vieta l’apericena e di trascorrere una serata in compagnia con gli amici. Cose assolutamente normali, ma in molti ci vedono una contraddizione rispetto alle misure prese – stop agli eventi e chiusura delle scuole.

Tra queste spicca la voce dell’ex sindaco ed ex consigliere comunale di Lucca, Pietro Fazzi: “Qualcunodovrebbe ricordare a quei lucchesi giovani e meno giovani che ancora affollano vie e locali perché ‘alla movida e a un birrino tra amici non ci rinuncerò mai’ che le conseguenze della loro spensieratezza possono ricadere su molti altri”.

Perplesso si dice anche il chitarrista, compositore e musicista Luca Giovacchini che ha suonato insieme ad Emma Morton. “Ieri sera – racconta – tornando a casa ho notato con molto stupore che il solito punto di ritrovo serale in città era colmo di persone, tutte stipate come sempre: io ho perso 8 concerti da qui alla fine del mese perché sono vietati gli assembramenti di persone, c’è chi ne ha persi ancora di più la mia categoria nonostante tutto non ha avuto modo di tutelarsi e si messa da parte, prendendosi le future e rapide conseguenze, tutti hanno rispettato questa cosa, ora mi chiedo: che differenza c’è da quello che ho visto ieri che di sicuro stasera si ripeterà, ad andare in un club o in un teatro per assistere a un concerto o spettacolo? Tutto questo lo trovo molto ingiusto per troppi motivi, anche di responsabilità verso la situazione ormai critica che stiamo vivendo”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.