Lutto nell’imprenditoria: morto Edo Puccetti

Era ricoverato in una clinica a Pisa: con i fratelli aveva fondato un impero

Un imprenditore di spicco nel panorama lucchese e non solo. Un pezzo di storia dell’imprenditoria cittadina se ne è andata oggi (1 aprile) con la scomparsa di Edo Puccetti, fondatore insieme ai fratelli Luciano e Giampiero, entrambi scomparsi, di un vero e proprio impero che spazia dai settori cartario a quello dell’edilizia.

Edo Puccetti è scomparsa in una casa di risposo di San Rossore all’età di 87 anni. Viveva a Monte San Quirico ma da qualche tempo era stato colpito da un male ed era stato trasferito in una clinica di San Rossore dove purtroppo è deceduto.

L’avventura imprenditoriale di Edo Puccetti, inizia nel 1953, quando, con i fratelli Piero e Luciano, forte solo del proprio lavoro, delle lungimiranza e del credito che la sua persona si era saputa guadagnare, seppe fondare dal nulla  uno dei più importanti gruppi industriali familiari della provincia, con interessi diversificati in più settori produttivi. All’attività iniziale del movimento terra e costruzioni strade, si sono aggiunte negli anni quelle della produzione di carta, tramite la Mondialcarta Spa, quella della produzione di acqua, con Acqua Silva, a cui ha fatto seguito la produzione di preforme in Pet per l’imbottigliamento, e da ultimo la produzione di acqua e bibite con l’azienda Fonte Ilaria Spa.

Un nuovo lutto per la famiglia, dopo quello piuttosto recente per Giampiero, scomparso nell’ottobre del 2018.

Il sindaco di Lucca Alessandro Tambellini e il vice sindaco Giovanni Lemucchi, a nome di tutta l’amministrazione, hanno voluto esprimere ai familiari e agli amici il cordoglio per la morte dell’imprenditore.

“La scomparsa di Edo Puccetti ci addolora profondamente, perché – affermano – viene meno uno dei simboli di lungimiranza imprenditoriale, di etica del lavoro e di intelligenza che hanno rinnovato la tradizione industriale di Lucca. I fratelli Puccetti si sono guadagnati ogni singolo pezzo del gruppo aziendali che sono stati capaci di mettere in piedi. Sono partiti dal basso, costruendo poi un’ampia attività nell’ambito dei lavori stradali che ha saputo guardare anche all’estero e che nel tempo si è poi differenziata in ambiti diversi. Di Edo Puccetti ricorderemo la capacita gestionale, il sacrificio, la sobrietà, la gentilezza e la concretezza nei risultati condivisa con gli altri sui fratelli. Ci univano a lui legami di amicizia personale e di stima. Puccetti – concludono i due amministratori – lascia una testimonianza di successo conquistato con la dedizione, con la responsabilità e con il sentimento di profonda affezione per la propria comunità: un bell’esempio delle capacità dell’imprenditoria lucchese”.

Un lutto quello per Puccetti che coinvolge anche la Valle del Serchio dove il gruppo ha alcune aziende tra cui la Mondialcarta.  Nel 2018 era stato insignito di “medaglia d’oro” della Misericordia di Borgo a Mozzano.

Edo Puccetti con il governatore Brunini e i vertici di Mondialcarta
Edo Puccetti

Cordoglio è stato espresso anche dal sindaco di Pescaglia, Andrea Bonfanti: “Con Edo non se ne va solo un amico, sempre gentile e disponibile con me fin dall’inizio della ma avventura politica; se ne va anche un grande imprenditore legatissimo al suo territorio, alla Valfreddana, a San Martino dove era nato e dove si sentiva sempre a casa. Quante volte, in un incontro o ad una cena mi sono fatto raccontare la storia della sua vita, praticamente un romanzo: i sacrifici suoi e dei fratelli all’inizio, il primo camioncino acquistato e poi le grandi soddisfazioni e le intuizioni da imprenditore “di razza”, con quel suo stile inconfondibile e una classe innata. A Edo, quando raccontava la sua vita, brillavano gli occhi”.

Alla famiglia arriva anche il sentito cordoglio di tutta Confindustria Toscana Nord, e dell’Associazione dei Costruttori Ance Toscana Nord.

“La particolare situazione che ci troviamo ad affrontare non consentirà di rendere il doveroso tributo a Edo Puccetti  – dice Giulio Grossi, presidente di Confindustria Toscana Nord -. Lo faccio con una sola parola, credo la più adatta a esprimere la nostra riconoscenza e il nostro dolore per la scomparsa un socio illustre, e di una persona che ha dedicato tempo e passione alla nostra associazione. Grazie, Edo! Ti accompagni il nostro pensiero, e l’idea che uomini come te ci saprebbero guidare con mano salda e mente lucida nella fase difficile che le nostre imprese dovranno attraversare. Supereremo questo momento, anche nel ricordo di Voi, pionieri della nostra industria”.

“Allora l’edilizia era la colonna della rinascita del Paese – afferma Stefano Varia, presidente di Ance Toscana Nord – e da lì partì Edo, con i suoi fratelli. Era un uomo di larghe vedute, quelle che, una volta consolidate le basi della sua impresa,  lo portarono ad aprire cantieri in Libia e in Arabia Saudita.  Lo ricordiamo anche come presidente della Cassa Edile, ruolo che interpretò con la consapevolezza dell’importanza delle maestranze e della loro tutela e crescita, tramite l’organismo paritetico di settore. Ci mancherà”.

Edo Puccetti è stato anche storico socio della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. Anche l’ente di San Micheletto esprime le condoglianze per il lutto.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.