Terapia intensiva, a breve 70 posti nell’area vasta. L’Asl: “In grado di far fronte all’emergenza”

Attualmente sono 44 le postazioni disponibili, a breve attive anche quelle a Campo di Marte

Anche in caso di un possibile incrementi di nuovi contagi da coronavirus la terapia intensiva degli ospedali dell’area vasta Toscana nord ovest è in grado di reggere l’urto della pandemia. Lo afferma la direttrice generale Maria Letizia Casani, che questa mattina (2 aprile) ha fatto il punto in un video messaggio pubblicato sulla pagina facebook dell’azienda sanitaria.

Attualmente, a livello di area vasta, i posti letto di terapia intensiva sono 44. A breve, grazie all’attivazione di nuove postazioni, saranno 70-71.

“Possiamo dire oggi – ha spiegato Casani – che dopo gli interventi fatti in questi giorni siamo in una situazione di relativa tranquillità. Abbiamo 16 posti letto liberi, altri 12 saranno disponibili a Carrara. In caso di necessità, si aggiungeranno i 12 che stiamo realizzando con celerità al Campo di Marte a Lucca, che saranno pronti ormai a breve”.

“Attualmente – ha proseguito la direttrice generale dell’Asl – abbiamo 44 posti letto, a breve ne avremo 70-71. Siamo in stretta sinergia con azienda ospedaliera universitaria, mi sento di dire che la nostra area vasta è in una situazione seria ma tranquilla, faremo fronte anche ad altre nuove necessità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.