Rifiuta il controllo e aggredisce i carabinieri in strada

Non rispetta le restrizioni contro il contagio da coronavirus e fermato dai carabinieri non solo si rifiuta di dare le sue generalità ma aggredisce i militari. E’ successo oggi pomeriggio (9 aprile) a Stiava, in Versilia.

Una pattuglia ha sorpreso un uomo che passeggiava con il cane riscontrando che si trovava distante dalla propria abitazione.

I carabinieri lo hanno quindi invitato a riavvicinarsi verso la propria abitazione ma di tutta risposta hanno ricevuto un secco rifiuto e lui ha sostenuto di non interessarsi delle leggi e che avrebbe continuato a fare quello che stava facendo.

Quindi, mentre i militari gli chiedevano i documenti per identificarlo e per contestargli la sanzione prevista, l’uomo ha iniziato ad inveire e ad urlare sempre più forte contro di loro sferrando poi un pugno al volto ad uno dei militari e un calcio al ginocchio all’altro.

A questo punto i militari lo hanno fermato e non con poche difficoltà sono poi riusciti a bloccarlo e a condurlo in caserma dove è stato denunciato in stato di libertà per i reati di violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e per rifiuto di fornire indicazioni sulla propria identità nonché è stato sanzionato per non aver rispettato le restrizioni previste per l’emergenza in atto.

I due militari successivamente sono stati visitati al pronto soccorso dell’ospedale Versilia di lido di Camaiore a seguito delle lesioni cagionategli dall’uomo e sono stati poi dimessi con 5 giorni a testa di prognosi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.