Colpo al bancomat della Cassa di Risparmio di Lucca di Lappato: via 60mila euro

Boato intorno alle 4,30 del mattino devasta sportello e locali. I carabinieri a caccia dei tre malviventi, fuggiti in direzione Pescia

Un altro bancomat fatto saltare in un istituto della Piana di Lucca. L’assalto ha colpito la filiale della Cassa di Risparmio di Lucca a Lappato, frazione di Capannori, sulla via Pesciatina.

Un enorme boato ha svegliato la frazione intorno alle 4,30 del mattino. Uno scoppio che ha letteralmente devastato non solo lo sportello ma anche i locali che hanno subito danni ingenti. La tecnica usata è quella dell’esplosivo. Infatti oltre a sventrare la cassaforte del dispositivo l’esplosione ha devastato anche gran parte degli interni.

Sul posto i carabinieri che hanno avviato le indagini. Secondo le prime ricostruzioni i malviventi sono fuggiti con un bottino da 60mila euro.

Dalle testimonianze e dalle immagini delle telecamere di videosorveglianza, che sono al vaglio degli inquirenti, parrebbe che il commando, sulle cui tracce sono i militari dell’arma dei carabinieri di Lucca, fosse composto da tre persone che sono poi fuggite su un’auto in direzione Pescia.

Quello di Lappato, peraltro, non sarebbe l’unico colpo, realizzato con la tecnica dell’esplosivo, nell’arco della nottata. È stata infatti presa d’assalto, intorno alle 3 del mattino, anche una filiale di una banca di Casciana Terme. Ancora prematuro, però, effetturare un collegamento fra i due episodi, seppure la coincidenza appaia evidente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.