Tragedia sul Prana, scoppia la polemica sui soccorsi

I vigili del fuoco: "Accusati per aver impiegato l'elicottero". Il Conapo chiede un confronto con il 118 davanti al prefetto

Scoppia un nuovo caso sui soccorsi dopo la tragedia di ieri (27 giugno) sul monte Prana, dove è morto un ciclista. A denunciare un clima di accuse e sospetti tra gli stessi operatori che si trovano ad intervenire su soccorsi simili è Nicola Todaro, segretario provinciale del sindacato Conapo dei vigili del fuoco.

Sul posto ieri ha operato anche l’elicottero dei vigili del fuoco, fatto levare in volo dal nucleo di Arezzo, perché l’elisoccorso era impegnato altrove. “Quando si è concluso l’intervento – spiega Todaro – la sala operativa dei vigili del fuoco ha ricevuto la telefonata di un operatore del 118 che richiedeva di parlare con il responsabile per chiedere conto del motivo per cui era stato fatto intervenire anche l’elicottero dei vigili del fuoco, ipotizzando addirittura un danno erariale per l’impiego di troppi mezzi. Quello che ci ferisce – prosegue – è che più tardi siamo stati contattati anche dalla prefettura dopo che erano state fatte altre segnalazioni dello stesso tipo che lamentavano il fatto che sarebbero stati messi in campo troppi mezzi”.

“Nei prossimi giorni – prosegue Todaro – scriveremo al prefetto chiedendogli di convocare i rappresentanti del 115 e del 118 perché serve un accordo per appianare la situazione e riprendere in mano i protocolli esistenti. Siamo stanchi di essere messi sotto accusa mentre svolgiamo il nostro servizio, con lo scopo di salvare vite umane”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.