Quantcast

Controlli al parco fluviale: in 14 multati nel weekend

Dopo la collocazione della nuova segnaletica sono già 24 le sanzioni elevate per divieto di transito e sosta

Nuovo fine settimana di controlli lungo il parco fluviale del Serchio.

La polizia municipale, su input dell’amministrazione comunale che ha chiesto di aumentare la presenza in riva destra e sinistra del Serchio, sabato e domenica scorsi (25 e 26 luglio) ha sanzionato otto persone trovate a transitare con le loro autovetture all’interno dell’area interdetta ai mezzi a motore.

Anche nella giornata di ieri (27 luglio) la pattuglia dedicata a questa attività, insieme al nucleo sicurezza urbana, ha multato cinque automobilisti per divieto di sosta sul greto del fiume e uno per divieto di transito.

“Dai controlli che stiamo effettuando, abbiamo la sensazione che persista un malcostume, evidentemente ben radicato nelle persone, che ritengono di potere utilizzare il percorso del parco a loro piacimento, come una qualsiasi altra strada bianca – afferma il comandante della polizia municipale Maurizio Prina – Per questo, come richiesto dall’amministrazione, la nostra attenzione resterà alta anche nelle prossime settimane, e in particolare nei weekend, quando aumenta il numero dei cittadini che si muovono lungo le sponde del fiume Serchio”.

Con i controlli di questa seconda settimana, salgono a 24 le multe elevate dalla polizia municipale da quando l’amministrazione ha collocato la nuova segnaletica, accompagnata da cancellate che impediscono fisicamente l’accesso al parco fluviale, in corrispondenza dei principali punti di accesso. L’amministrazione comunale a questo proposito ricorda che il transitoresta consentito ai mezzi autorizzati (forze dell’ordine, mezzi di soccorso, eccetera) e ai mezzi dei proprietari e dei conduttori dei fondi agricoli del luogo, che devono chiedere per questo l’autorizzazione all’ufficio traffico del Comune.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.