Grave un 14enne investito da un’auto mentre attraversa foto

E' successo in via Alighieri all'Arancio: l'adolescente portato a Cisanello con il codice rosso

E’ stato investito da un’auto mentre attraversava la strada ed è in condizioni gravissime. Un adolescente di appena 14 anni è stato travolto questa mattina (31 luglio) attorno alle 13,10 in via Dante Alighieri, nel quartiere dell’Arancio a Lucca.

Drammatici i soccorsi: il ragazzino, che ha riportato un grave trauma cranico, è stato trasferito all’ospedale Cisanello di Pisa con un’ambulanza inviata dal 118 ed è stato affidato alle cure dei medici del pronto soccorso con il codice rosso.

La dinamica dell’incidente avvenuta nei pressi del negozio Vodafone è attualmente al vaglio da parte della polizia municipale, che cerca testimoni e invita chi abbia assistito all’incidente a farsi avanti. Stando a quanto emerso finora, sembra che il giovanissimo si accigesse ad attraversare la strada per raggiungere la madre che si trovava dal lato opposto, proprio nei pressi delle strisce pedonali, quando è stato travolto dal conducente di una Fiat Panda, un uomo di circa 60 anni, che viaggiava in direzione della via di Tiglio e che non è purtroppo riuscito ad evitare  l’impatto.

Il 14enne è stato sbalzato sul cofano dell’auto e ha sbattuto violentemente la testa sul parabrezza.

Poi è caduto a terra, rovinando sull’asfalto. Qui è stato soccorso dai sanitari del 118, che hanno ricevuto l’allarme dell’automobilista che si è subito fermato per prestare soccorso.

Le condizioni del bambino sono state giudicate gravissime: è in coma all’ospedale di Pisa. La prognosi è riservata.

La polizia municipale è al lavoro per ricostruire la dinamica del sinistro. Purtroppo, oltre al conducente della Panda non ci sono testimoni. La madre che era nelle vicinanze è sotto choc e una signora che era sopraggiunta poco dopo con l’auto, evidentemente sotto choc per la scena che le si era parata dinnanzi, si è allontanata. Gli agenti fanno appello a chi ha visto qualcosa a farsi avanti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Piero Angeli

    Per questo caso non posso giudicare perché non ero li, ma il problema più grave è che spesso i pedoni pretendono di avere ragione solo perché sono sulle strisce pedonali. Ne consegue che spesso accade questo, e molto spesso accade che i conducenti dei veicoli sono costretti a brusche frenate e i veicoli che precedono finiscono col tamponare chi è davanti. I pedoni dovrebbero spere che è vero che sulle strisce hanno ragione, ma è altrettanto vero che devono accertarsi che i conducenti dei veicoli si accorgano di loro e, soprattutto, non devono mettere i conducenti in condizione di fare miracoli per evitarli.