Nuova aggressione in carcere, sindacati in allerta

Le sigle: "Ferma posizione assunta dal personale in servizio e dalla direzione per ristabilire ordine e sicurezza"

Nuova aggressione tra le mura della Casa circondariale di Lucca. A rimetterci ancora una volta un agente della polizia penitenziaria.

Il poliziotto, lo scorso 29 luglio, secondo quanto si legge da una nota delle organizzazioni sindacali, è stato aggredito da un detenuto straniero di 25 anni già protagonista di episodi simili.

“Almeno in questo brutto episodio – commentano i sindacati – ci sentiamo di poter sostenere, al di là dell’infortunio, la ferma posizione assunta dal personale in servizio e dalla direzione rispetto ai tentativi di prevaricazione posti in essere dal detenuto, tanto da poter sostenere che, nel pieno rispetto delle regole, lo stato ha applicato le sue legittime norme e ristabilito ordine e sicurezza”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.